Risultati NBA della notte: i Celtics continuano a volare, si rialzano i Suns

Notte magica in NBA, i Suns battono i Nets mentre cadono ancora i Golden State, ecco tutti i risultati della serata

Suns battono i Nets (Foto Instagram)
Suns battono i Nets (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

I Phoenix Suns, nonostante le assenze di Chris Paul e Devin Booker, sono riusciti nel compito non proprio facile di portare a casa la sconfitta contro i preparatissimi Brooklyn Nets con il punteggio di 115-112. La squadra di casa si è mostrata da subito più determinata riuscendo a mantenere il vantaggio fino alla fine nonostante la prestazione eccezionale di Kyrie Irving, che ha segnato 21 dei suoi 30 punti nell’ultimo quarto. Prestazione figlia anche delle prestazioni da 28 punti e 9 assist di Mikal Bridges, dei 24 punti e 14 rimbalzi di Deandre Ayton e dei 17 punti di Cam Johnson, che ha giocato per la prima volta dopo tre mesi di infortunio.

Inarrestabili i Celtics, annullata l’ottima prestazione di Stephen Curry

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Boston Celtics (@celtics)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Basket, risultati NBA della notte (30 dicembre): Doncic trascina i Maveriks, male i Clippers

I Boston Celtics si sono imposti contro i Golden State Warriors con il punteggio di 121-118 in un match emozionante e combattuto fino alla fine. La partita, che è stata un rematch della finale dell’anno scorso, è valsa l’ottava vittoria consecutiva per la squadra di Boston, vittoria arrivata grazie alla tripla di Jaylen Brown a 18 secondi dalla fine del tempo regolamentare. Tra gli indomabili di serata il solito Jayson Tatum, autore di 34 punti, 19 rimbalzi, 6 assist e 3 recuperi, Al Horford con 20 punti e 10 rimbalzi e Robert Williams con 14 punti e 11 rimbalzi. A nulla sono serviti i 29 punti di Steph Curry insieme ai 24 punti di Jordan Poole e Klay Thompson, la partita è andata alla squadra più costante che, soprattutto nel finale, è riuscita a reggere botta e ad infilare il colpo del Ko.
I Philadelphia 76ers hanno ottenuto una vittoria significativa contro i Portland Trail Blazers sfruttando soprattutto il cattivo inizio degli avversari (14 punti nel primo quarto e 34 alla metà del gioco) e resistendo al tentativo di recupero dei Blazers nel quarto finale. Joel Embiid è stato il più determinante con 32 punti, 9 rimbalzi, mentre Jusuf Nurkic dei Blazers non è riuscito ad entrare in ritmo chiudendo incredibilmente con solo 4 punti. Tabellone finale che segna quindi 95-105 per la squadra di Philadelphia.

I Chicago Bulls in questa occasione hanno avuto vita facile contro i Detroit Pistons mantenendo un vantaggio a doppia cifra per gran parte del tempo e costringendo i Pistons a giocare male e portare a casa una pessima percentuale di tiro. Ben sette giocatori dei Bulls hanno chiuso in doppia cifra, Vucevic invece è stato l’unico in doppia doppia con 16 punti, 15 rimbalzi e 6 assist. Nonostante i 25 punti del solito Bogdanovic, i Pistons non sono riusciti a competere mai con la squadra ospite che è sembrata fare quasi uno sport diverso. Zach LaVine è il miglior realizzatore della serata con 30 punti realizzati e confermando il suo altissimo livello da ben 7 partite in cui non è mai sceso sotto i 25. Partita che finisce 108-126.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Juventus, trenta punti di penalizzazione. La notizia bomba

I Minnesota Timberwolves hanno battuto i Toronto Raptors per 128-126, grazie a una brilante prestazione di D’Angelo Russell che ha segnato 16 dei suoi 25 punti nell’ultimo quarto, e a quella di Anthony Edwards che ha aggiunto 23 punti per i suoi. Nonostante l’assenza di Gobert e Towns, i Timberwolves sono riusciti a recuperare 14 punti di svantaggio nel finale, mantenendo l’attacco dei Raptors a soli 17 punti segnati nell’ultimo quarto. Scottie Barnes e Fred VanVleet non sono riusciti a trascinare i Raptors alla vittoria, anche se Barnes ha segnato 29 punti, il suo massimo in stagione, e VanVleet ha segnato 25 punti con 10 assist.