“Ho pensato al suicidio”: il dramma della star NBA: parole scioccanti

40 partite in 3 anni e due gravi lutti, il cestista si lascia andare ad un’intervista in cui rivela di essere stato vicino al folle gesto

John Wall Suicidio
LeBron James (Foto di Farsi per Getty Images)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Non è sempre tutto rose e fiori a quanto pare anche quando si parla di campioni indiscussi dai guadagni stellari, la vita a turno mette tutti a dura prova e quella superata dal cestista NBA è tra le più difficili in assoluto. In un’intervista il giocatore dei Los Angeles Clippers ha dichiarato di come si sentisse fragile a seguito del periodo nero vissuto e di come abbia pensato addirittura di togliersi la vita pur di mettere fine alle tante sofferenze, i tifosi gli sono stati vicini e adesso la star sembra pronta a scacciare definitivamente i fantasmi del recente passato.

John Wall, rivelazioni shock: “Ho pensato spesso al suicidio”John Wall suicidio

Ultimi anni difficilissimi, l’infortunio, la pandemia e le due figure più importanti che se ne vanno, a volte il destino è più crudele dell’immaginabile e questa volta ad esserne colpito è stata la star dei Los Angeles Clippers, John Wall.

Potrebbe interessarti anche >>> NBA, infortunio Danilo Gallinari: responso devastante, italiani scioccati

Nel periodo della Pandemia in cui il cestista era già fermo per infortunio infatti vi è stato l’aggravamento della situazione clinica della madre che lo ha lasciato dopo lunghe sofferenze, nemmeno un anno dopo la stessa sorte è toccata alla nonna ed il campione ha raccontato di essersi lasciato andare, lontano dal campo e dai suoi affetti nulla sembrava poterlo risollevare facendolo addirittura arrivare a pensare di compiere il folle gesto di togliersi la vita.

Potrebbe interessarti anche >>> Formula 1, verso il GP di Monza: pesante penalità per il pilota

Bisogna solo tirare avanti e come spesso accade dopo ogni tempesta torna il sereno, l’amore del suo pubblico ha giocato un ruolo fondamentale a detta di John Wall, tornare in campo e vedere che l’affetto dei tifosi non era svanito gli ha regalato delle motivazioni in più, anche i suoi colleghi gli sono stati vicini, tra tutti spicca il messaggio di LeBron James con un iconico “saremo sempre al tuo fianco”.

Adesso la star sembra uscita fuori dal buio che per un momento lo aveva circondato, anche non non possiamo che fargli i nostri migliori auguri e sperare che possa ritrovare anche con l’aiuto del campo di nuovo la gioia.