Allenamenti brevi ad alta intensità: come sfruttarli, gli esercizi consigliati

Allenamenti brevi ad alta intensità: come sfruttarli, gli esercizi consigliati. Le ultime su come sfruttare il poco tempo libero a disposizione. 

Corda
Corda (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

L’allenamento può essere un problema per coloro che non hanno tempo: lavoro, famiglia, orari massacranti e poco tempo libero per dedicarsi alla forma fisica. Tuttavia, nonostante le priorità, esistono degli allenamenti intensi – dunque particolarmente allenanti – da sfruttare in poco tempo: alcuni esempi sono riportati su ‘gqitalia.it’, secondo cui esistono dei metodi ben precisi per allenarsi anche in poco più di 10 minuti.

Pare, infatti, che allenandosi ad alta intensità anche per soli 13 minuti per 3 volte la settimana, il nostro corpo riesca a guadagnare dei benefici non di poco conto a lungo termine. Ad ogni modo, come riferisce il sito, vediamo quali esempi propone per farci un’idea ben precisa.

LEGGI ANCHE >>> Allenare l’addome, perché è importante: i benefici

Allenamenti brevi ad alta intensità, gli esercizi

Saltare corda
Saltare corda (Pixabay)

Un esercizio particolarmente allenante è il salto della corda: a seconda delle frequenza, dell’intensità e degli esercizi, si possono bruciare anche 990 calorie all’ora a patto di compiere 120 salti al minuto, dunque un allenamento veramente intenso ma allo stesso tempo particolarmente allenante.

Ne gioveranno resistenza e sistema cardiovascolare, oltre ovviamente alla pancia che piano piano scomparirà. Un esempio di allenamento con poco tempo potrebbe essere questo: 40 salti con la corda; 30 squat senza pesi e 10 flessioni. Particolarmente allenante e decisamente faticoso.

Un altro allenamento potrebbe essere il tabata, un insieme di esercizi a corpo libero per circa 20-30” con riposo di 10” per ogni serie.

Questa una tabella per renderci conto del tipo di lavoro da svolgere (ripresa da gqitalia):

  • Riscaldamento di almeno 3′;
  • 20’’ push-up a ritmo sostenuto (10’’ recupero)
  • 20’’ skip alto (10’’ recupero)
  • 20’’ affondi gambe alternate (10’’ recupero)
  • 20’’ alzate laterali con manubri (10’’ recupero)
  • 20’’ plank (10’’ recupero)
  • 20’’ burpees (10’’ recupero)
  • 20’’ squat (10’’ recupero)
  • 20″ slam con palla medica (10’’ recupero).

Al termine del primo ciclo, si ripeteranno tutti gli esercizi per un totale di 8 volte. A fine sessione, concluderemo con lo stretching defaticante per iniziare la fase di recupero dopo gli sforzi compiuti con questo allenamento ad alta intensità.

LEGGI ANCHE >>> Fare Yoga per migliorare le prestazioni sessuali: gli esercizi utili