Allenare l’addome, perché è importante: i benefici

Allenare l’addome, perché è importante: i benefici. I muscoli e gli organi dell’addome hanno delle specifiche funzioni per il nostro organismo. 

Addominali
Addominali (Pixabay)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Come riporta il sito ‘Melarossa’, vediamo perché è importante allenare la parte addominale del nostro corpo. Sviluppare gli addominali è senza dubbio una delle pratiche più difficili da attuare per la complessità nel svilupparli: a livello estetico ha un grande impatto e permette di avere un notevole comfort per la schiena e la postura in generale; inoltre, protegge gli organi interni come stomaco, fegato e intestino e permette di avere maggior spinta e forza.

Le pareti addominali sono costituiti dalla cosi detta “tartaruga”, l’insieme degli stessi addominali che sono costituiti dagli addominali alti e bassi. Gli stessi hanno nomi specifici come addominali obliqui, esterni ed interni.

Come allenarli? Esistono degli esercizi specifici che aiutano a svilupparli e mentre si eseguono deve essere curata anche la respirazione durante la contrazione addominale.

LEGGI ANCHE >>> Corsa in salita sul tapis roulant: perché è allenante, i consigli

Allenare l’addome, perché è importante

Addominali
Addominali (Pixabay)

Il crunch è l’esercizio più conosciuto: con le gambe in alto o con le ginocchia alzate, si deve innalzare il busto per compiere delle flessioni in avanti, per ritornare poi nella posizione di origine ma senza far contatto tra schiena e tappetino prima di flettere nuovamente.

Il reverse crunch fa lavorare il retto dell’addome: sdraiato con la schiena e con le gambe piegate e in alto per formare un angolo di 90°, portiamo le ginocchia verso le spalle e solleveremo la zona lombare per ritornare nella posizione di partenza e continuare a svolgere l’esercizio.

I crunch obliqui sono simili al primo esercizio ma con la gamba che sarà sollevata e sorretta dal ginocchio opposto, utile per permettere la flessione del petto verso il ponte formato con gli arti inferiori. Una volta compiuto l’esercizio, cambieremo lato svolgendo la medesima dinamica con la medesima postura.

Nel russian twist la posizione corretta da assumere è da seduti, piegando le ginocchia e sollevando le gambe da terra: in questa maniera dovremo mantenere il busto a circa 45° ed effettuare delle torsioni del busto a destra e a sinistra senza muovere le gambe.

Per tutti questi esercizi, le serie consigliate sono 3 per circa 15 ripetizioni. Per ognuna di queste serie, il riposo è variabile dai 30” al minuto. Per cercare di ottenere una discreta forma fisica inerente agli addominali, questi sono alcuni degli esercizi più utili per cercare di trovare la maniera giusta per svilupparli e risaltarli nella bella stagione.

LEGGI ANCHE >>> Gambe e glutei, gli esercizi utili per allenarli al meglio