Home Formula 1 Mick Schumacher: “Sogno la Formula 1. Papà Michael è il migliore”

Mick Schumacher: “Sogno la Formula 1. Papà Michael è il migliore”

CONDIVIDI

mick schumacher michael formula1 f1

Mick Schumacher parla del padre Michael e del sogno Formula 1.

E’ di questi giorni l’annuncio dell’approdo di Mick Schumacher in Formula 2 nel 2019. Dopo il titolo europeo di Formula 3 conquistato quest’anno, il 19enne pilota tedesco fa un salto di categoria. Ad accompagnarlo in questa nuova avventura ancora il team Prema, con cui corre dal 2016.

Un’ulteriore tappa di avvicinamento alla Formula 1 per il primogenito di Michael Schumacher, che ovviamente sogna di correre nel grande Circus delle quattro ruote. Ripetere le imprese del padre sarà complicato, però il ragazzo ha talento e c’è grande curiosità di vederlo all’opera anche al livello top delle corse. Comunque, lui ha scelto di fare una carriera per gradi senza rischiare di bruciarsi, una scelta saggia.

-> Se vuoi restare aggiornato su tutte le notizie della Formula 1 CLICCA QUI

Schumacher Jr è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport e non ha nascosto il proprio obiettivo finale: «Arrivare in F1. Sarebbe stupendo se succedesse già alla fine del prossimo anno, ma prima bisognerà vedere come andrà il 2019. La F2 è l’anticamera della massima serie, il livello è molto alto e pure gli ostacoli da superare». Per coronare il suo sogno dovrà fare molto bene in Formula 2, confermando quanto di buono fatto vedere in Formula 3.

Quando gli viene domandato a quale pilota si ispiri, Mick non ha alcun dubbio sul nome da fare: «Mio padre. E’ il migliore e lo resterà sempre. Potermi paragonare a lui in qualche maniera è fantastico. E allo stesso tempo è bellissimo fare parte di questa grande storia e osservare come si sta sviluppando». Papà Michael, alle prese con una difficile ripresa dopo il tragico incidente sulla pista di Meribel nel dicembre 2013, è il suo mito.

Intanto a gennaio il giovane Schumi parteciperà alla Race of Champions 2019 insieme a Sebastian Vettel, driver della Ferrari. In merito a questa esperienza si dice molto entusiasta: «Per me sarà una prima volta speciale da compagni di squadra. Ne abbiamo parlato e ho detto a Seb che non vedo l’ora. Cercherò di apprendere qualche segreto». E chissà se il futuro di Mick sarà proprio con la scuderia di Maranello un giorno. Sembra qualcosa di scontato, ma pure Mercedes e Red Bull guardano con grande interesse le sue prestazioni.

 

Leggi anche -> Mick Schumacher, ufficiale: nel 2019 in Formula 2 col team Prema

Matteo Bellan