Disastro Ferrari, weekend in Messico rovinato, Leclerc in crisi

Il prossimo Gran Premio di Formula1 avrà luogo in Messico ma l’inizio del weekend non promette affatto bene, disastro creato da Leclerc

Leclerc Incidente Messico
Binotto e Leclerc (screenshot da Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Nonostante non ci sia più nulla da giocarsi l’attenzione per il prossimo Gran Premio del Messico è altissima, molti team saranno intenti a provare già alcune parti del veicolo 2023 soprattutto per cercare di colmare il gap assoluto evidenziato in questa stagione con la Red Bull. Per il prossimo anno le limitazioni del 10% del tempo disponibile in galleria del vento, applicate alla scuderia di Milton Keynes, potrebbero pesare molto sulla classifica cosi come dichiarato proprio da Christian Horner, non c’è quindi tempo da perdere, lo sa bene anche la Ferrari che però comincia malissimo e non fa ben sperare.

Leclerc subito fuori pista nelle libere, monoposto gravemente danneggiata

Incidente Leclerc Messico
Incidente Leclerc Messico (Foto Instagram)

Non è stato di certo l’inizio desiderato quello di Ferrari in Messico, dopo la prima mezz’ora di prove libere infatti Charles Leclerc ha perso il posteriore in curva 7 finendo dritto contro il muro, per fortuna nessun danno riportato per il pilota ma lo stesso non può dirsi della sua vettura che è uscita fortemente danneggiata dall’impatto.

Potrebbe interessarti anche >>> F1, caos Red Bull: l’annuncio sconvolge i tifosi

In seguito all’accaduto non è stato possibile proseguire con il programma di lavoro sulle gomme Pirelli 2023, si riprenderà alle ore 19:00 in quel di Città del Messico per la terza sessione di prove libere, sperando che in questa occasione non ci siano ulteriori intoppi.

Potrebbe interessarti anche >>> Formula 1, penalità per la Red Bull: arriva il comunicato ufficiale

L’importanza degli ultimi test su pista sarà infatti fondamentale proprio in vista del prossimo mondiale in cui la Red Bull potrebbe perdere qualcosa del suo vantaggio attuale a causa delle sanzioni imposte dalla FIA. Ci sarà da lavorare duro per Ferrari e Mercedes, ma le scuderie sono pronte a cogliere la sfida, cosi come dichiarato proprio dai piloti di punta Leclerc ed Hamilton.