Derby di Coppa Italia, ecco come scenderanno in campo le due squadre

Inter e Milan si affronteranno stasera in Coppa Italia, la sfida sarà un anticipo della lotta in Serie A per il raggiungimento dello scudetto

Milan Inter
Derby della Madonnina (Foto Instagram)

Inter e Milan scenderanno questa sera in campo per la semifinale di Coppa Italia, l’incontro sembra essere la sintesi di quella che sarà la lotta del finale di stagione per il raggiungimento dello scudetto, in 5 giornate si deciderà quale delle due formazioni è stata la più meritevole e la sfida di stasera potrà essere un metro per capire meglio il reale valore attuale delle due squadre a confronto.

Inter e Milan, le scelte per l’importante derby di Coppa Italia

Milan Inter
Milan Inter (Foto Instagram)

Sarà molto interessante capire quali saranno le scelte per i due allenatori, di sicuro la Coppa Italia arrivati a questo punto è un obiettivo che nessuno dei due club vuole perdere, l’occasione sarà poi quella di dimostrare alla diretta concorrente in campionato quale delle due squadre è la più forte e potrebbe essere una chiave importante anche per il morale e il finale di stagione.

Potrebbe interessarti anche >>> Insigne in lacrime, vicino l’addio ad un sogno

Come riporta Tuttosport Inzaghi non sembra voler apportare grosse novità all’undici iniziale, sintomo che la partita è di quelle che si vuole portare a casa ad ogni costo, unico cambiamento potrebbe essere l’inserimento dall’inizio del recuperato De Vrij al posto di Bastoni, immancabile Brozovic a impostare il gioco con Chalanoglu e Barella vicino, Perisic e Dumfries sulle corsie laterali e davanti la coppia Dzeko-Lautaro.

Potrebbe interessarti anche >>> Mourinho accende la bufera, dichiarazioni pesanti, futuro a rischio

Per Stefano Pioli la notizia è il recupero di Calabria che giocherà insieme a Kalulu e Tomori con l’immancabile Theo Hernandez, Bennacer e Tonali saranno i mediani e Kessié dovrebbe figurare avanti sulla trequarti con Messias alla sua destra, davanti ancora una volta vedremo Leao e Giroud.