Rottura del menisco: out per il rush finale scudetto! Sarà operato, il comunicato

Rottura del menisco: out per il rush finale scudetto! Sarà operato, il comunicato. Pessime notizie per i fantallenatori. 

Rottura del menisco Stefano Pioli
Stefano Pioli (Ansa)

Non è sicuramente una stagione da ricordare per Alessandro Florenzi, terzino del Milan che ha subito l’ennesimo infortunio del suo campionato e della sua carriera. Subentrato al 75′ nella gara contro il Bologna, l’ex giocatore della Roma ha subito una forte botta al ginocchio che lo costringerà a rimanere fermo per diverso tempo. La diagnosi è impietosa: lesione del menisco.

La notizia arriva dopo lo 0-0 casalingo maturato contro i rossoblu, un risultato nefasto per Pioli che ha visto diminuire il distacco dalle inseguitrici nel momento topico della stagione. Se in un primo momento sembrava che potesse essere solo una botta, ora Florenzi dovrà restare fermo per circa un mese se il post operazione andrà per il meglio.

LEGGI ANCHE >>> Milan da Champions: 4 top player in estate, Maldini tenta l’impossibile

Rottura del menisco: out per il rush finale scudetto!

Rottura del menisco Alessandro Florenzi
Alessandro Florenzi (Ansa)

Florenzi si sottoporrà ad un intervento in artroscopia dal professor Mariani, il luminare italiano delle ginocchia. L’intervento sarà eseguito domani e Florenzi potrebbe rientrare in campo per le ultime due giornate del campionato. Questo il comunicato apparso sui canali ufficiali del Milan: “Durante la gara contro il Bologna, Alessandro Florenzi ha riportato un trauma al ginocchio sinistro. Gli esami strumentali hanno evidenziato una lesione del menisco interno. Il giocatore sarà operato in artroscopia domani a Roma dal Professor Mariani”. 

Per la sua sostituzione, Pioli confiderà in Calabria come prima alternativa sulla destra. Qualora ci fosse bisogno, sposterebbe Kalulu sulla fascia, riportandolo nel suo ruolo d’origine sulla destra. Trasformato con successo in centrale difensivo, il giovane francese si è conquistato la fiducia dell’ambiente e dell’allenatore diventando un giocatore prezioso per il Milan.