Incredibile quanto guadagnano i Macedoni che hanno battuto l’Italia!

Non solo inferiori nel ranking Fifa: anche i stipendi dei giocatori in campo per la macedonia non si avvicinano minimamente a quelli degli Azzurri

Stipendi Macedonia
Festeggiamenti Macedonia (Ansa)

La sconfitta per l’Italia contro la Macedonia è valsa un’eliminazione pesantissima, vissuta ancora peggio dell’ultima contro la Svezia, sia perché questa volta la squadra ad averci eliminato è di un livello infinitamente più basso, sia perché la partita sembra il frutto di un mero scherzo del destino. Questo articolo non renderà la sconfitta meno amara, anzi, dopo che avrete scoperto quanto guadagnano i giocatori Macedoni rispetto ai nostri Azzurri probabilmente il vostro stato d’animo peggiorerà, siete stati avvisati.

Italia-Macedonia, il giocatore più pagato tra i macedoni è Elmas del Napoli e non era in campo

Stipendi Macedonia
Italia Macedonia (Ansa)

Per la seconda volta non parteciperemo ai Mondiali, nessuno ci avrebbe scommesso un euro soprattutto dopo la vittoria degli Europei, se qualcuno poi avesse predetto che a tirarci fuori fosse stata la Macedonia del Nord probabilmente gli sarebbe stato consigliato di farsi vedere ‘da uno bravo’.

Potrebbe interessarti anche >>> Gli Italiani sperano nel ripescaggio, in questi casi sarebbe possibile

Purtroppo invece non è un sogno, le cose sono andate proprio così e la differenza di valori in campo la raccontano anche i numeri relativi agli stipendi percepiti dai macedoni, il loro giocatore più pagato sarebbe stato Elmas ma non era presente, 1.9 milioni a stagione per lui, segue poi Enis Bardhi con 1.23 milioni a stagione dal Levante, sempre in Spagna gioca il portiere Stole Dimitrievsky che si piazza al terzo posto con i suoi 700 mila euro, quasi 20 volte meno del suo collega Italiano Donnarumma.

Potrebbe interessarti anche >>> Italia, niente mondiali: la perdita economica è altissima

Inutile proseguire, già così è chiaro che anche a livello di stipendi percepiti le differenze sono abissali, quindi viene naturale chiedersi se la rivoluzione della Nazionale debba passare anche da questo, da giocatori con più voglia di dimostrare rispetto ad altri che in fondo sono già in una comfort zone tale da fargli accettare, facendo spallucce, l’ennesima eliminazione dai Mondiali, la paura è che ormai loro ci si stiano abituando, ma gli Italiani purtroppo non si abitueranno mai.