Home MotoGP MotoGP, Yamaha sotto esame a Jerez: Rossi e Vinales fiduciosi

MotoGP, Yamaha sotto esame a Jerez: Rossi e Vinales fiduciosi

CONDIVIDI

valentino rossi MotoGP

MotoGP 2019: Yamaha, Rossi e Vinales in cerca di risposte a Jerez.

Il Gran Premio di Spagna non ha portato molto bene alla Yamaha negli scorsi due anni. Dopo la vittoria di Valentino Rossi nel 2016, l’appuntamento di Jerez è diventato un vero incubo nelle due edizioni successive.

Nel 2017 il Dottore finì 10° la gara, mentre Maverick Vinales concluse al 6° posto a 24 secondi dal vincitore Dani Pedrosa. L’anno scorso il nove volte campione del mondo ottenne la 4ª posizione finale e il compagno arrivò 7°. Ma bisogna ricordare che nel 2018 caddero il poleman Cal Crutchlow, Jorge Lorenzo, Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa. Tutta gente che era davanti ai due piloti Yamaha. La beffa fu il podio di Johann Zarco, secondo con la M1 del team satellite Tech 3.

>> Se vuoi rimanere aggiornato sulle news di sport >> CLICCA QUI

Rossi è molto motivato in vista del Gran Premio di Spagna 2019 MotoGP. Spera di poter essere competitivo con la sua Yamaha: «Adoro correre in Europa perché le piste sono fantastiche e le conosco molto bene. Iniziamo a Jerez, che negli ultimi due anni è stata una pista difficile per la Yamaha. Ma abbiamo fatto bene nelle ultime due gare, quindi sarà molto interessante vedere se possiamo essere forti lì. Abbiamo avuto una piccola pausa e d’ora in avanti abbiamo un programma molto fitto fino al GP al Sachsenring. Siamo bravi, forti e stiamo lavorando bene. Sembra che la moto sia migliorata molto. Sicuramente ci sono alcune aree su cui dobbiamo lavorare. Abbiamo bisogno di tempo per quello, ma possiamo essere competitivi».

Valentino è fiducioso, arriva a Jerez da secondo nella classifica piloti MotoGP e spera di poter continuare a sognare il titolo. Più complicato l’inizio di stagione di Vinales, che in Spagna di fronte al suo pubblico spera di riscattarsi: «Sono contento perché finalmente arriviamo alle gare europee. Ad Austin, nonostante i problemi che ho incontrato, mi sono sentito molto bene in sella alla mia moto e ho avuto un ottimo passo gara. Abbiamo avuto qualche difficoltà a Jerez in passato, ma penso che abbiamo fatto dei buoni passi negli ultimi tempi, quindi potenzialmente potremmo avere una buona pista per la Yamaha. Spero di lottare per il podio fin dall’inizio della gara. Lavoreremo duramente tutta la settimana per farlo accadere».

Matteo Bellan