MotoGP, grosso ritorno nel paddock: novità succosa, fans in delirio

Ci sarebbe una grande possibilità di un ritorno di uno storico team della MotoGP, che ha molti titoli in bacheca

Domenica prossima in quel di Silverstone, Gran Bretagna, torna il Mondiale di MotoGP con la Ducati di Pecco Bagnaia gran protagonista e primo nella classifica del Mondiale. Al momento, le concorrenti, possono solamente guardare la scuderia italiana di Borgo Panigale. 

Grande ritorno in MotoGP
Mondiale dominato dalla Ducati-(Foto Instagram)-sportnews.eu

E le altre? Le crisi più evidenti provengono dalle squadre giapponesi come la Yamaha e Honda, che rispetto ai risultati degli scorsi anni stanno un po’ valutando il proprio futuro. Ma ai loro piloti, ciò non va bene. E potrebbe esserci una clamorosa novità.

Torna un grande team italiano

Nel mondo del motociclismo, c’è la grande volontà di dare una scossa, anche per non veder sempre vincere la Ducati, ed altri team, oltre a creare le loro squadre satellite per provare ed testare nuovi piloti, hanno anche l’intenzione di mettere le basi per un futuro solido.

Grande ritorno in MotoGP
Stefan Pierer-(Foto Instagram)-sportnews.eu

Tra queste c’è sicuramente la KTM, che per il prossimo Mondiale, avrà protagonista sulla sua sella, il giovane talento spagnolo Pedro Acosta. Ed ecco, che si fa sempre più forte il nome di un glorioso team italiano, pronto a tornare: è la MV Augusta, che durante gli anni ’60 e ’70 ha regnato nel mondo del motociclismo!

Come è possibile questo ritorno? La MV Augusta fa parte del gruppo KTM, e a confermare la possibilità di un ritorno è l’amministratore delegato Stefan Pierer che in un’intervista sottolinea: “Non escludo che entro il 2026 la MV Augusta possa tornare come marchio vero e proprio, per poter partecipare a competizioni ufficiali e magari a Mondiali”.

Il Gruppo Pierer Mobility Group, ha acquistato circa il 25% del brand, quindi una possibilità per il 2027 è molto concreta.

Ricordiamo che la MV Augusta, ha in bacheca ben 38 mondiali piloti e 37 titoli costruttori. Mica male!