Summit Juventus, il consiglio ha scelto: la decisione su Allegri

Summit Juventus, il consiglio ha scelto: la decisione su Allegri. Erano ore calde su diversi fronti: i temi trattati.  

Dirigenza Juventus summit bianconero
Dirigenza Juventus (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il CDA bianconero si è riunito nelle scorse ore per approvare il bilancio della scorsa stagione. Tra i temi discussi ci si aspettava anche la situazione traballante di Allegri, questione che è stata ‘rimandata’ a sedi differenti e periodi futuri. All’ordine del giorno è balzato all’occhio il passivo che supera i 250 milioni di euro, decisamente troppi per una società come la Juventus che ha già pianificato la strategia di recupero.

Questo inciderà enormemente sul futuro: investimenti sui giovani ma non più spese folli per giocatori più in la con l’età. Ecco spiegato il mancato esonero del tecnico, più una quesitone economica che tecnica e ora si sa anche il perché. Dunque, l’obiettivo principale sarà quello di arrivare tra le prime 4 per cercare di recuperare i soldi dalla Champions League.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sostituto Allegri, ha scelto Nedved: Agnelli perplesso, ecco perché

Summit Juventus, la decisione su Allegri

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Juventus (@juventus)

Questa la nota della Juventus emessa poche ore fa al termine della riunione: “Il consiglio di amministrazione di Juventus Football Club ha approvato il progetto di bilancio dell’esercizio concluso il 30 giugno 2022. La perdita d’esercizio ammonta a 254 milioni di euro con ricavi pari a 443 milioni di euro. Il bilancio è ancora fortemente condizionato dagli effetti della pandemia. La stagione attuale prevede un risultato in sensibile miglioramento. Nel mese di giugno è stato approvato il piano triennale (2022-2025) che delinea le linee strategiche e operative della società”.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Esonero Allegri, l’annuncio che fa infuriare i tifosi: società al bivio

Dunque, i tifosi dovranno mettersi l’animo in pace: Allegri resterà sulla panchina della Juventus molto probabilmente fino a fine anno, quando la società proverà a prendere un altro allenatore se riuscirà a risolvere consensualmente con il tecnico (che vanta altri 2 anni di contratto).