Secco no alla Juventus: il gran rifiuto ha ‘costretto’ Agnelli a tenersi Allegri

Secco no alla Juventus: il gran rifiuto ha ‘costretto’ Agnelli a tenersi Allegri. Clamoroso retroscena: ecco che cosa è successo. 

Agnelli Elkann De Zerbi Allegri
Agnelli Elkann (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

La situazione di Allegri è all’ordine del giorno sui social e non solo. L’ex allenatore del Milan, che in tempi non sospetti aveva dichiarato di aver rinunciato al Real Madrid pur di tornare alla Juventus, rischia seriamente di concludere la sua avventura bis con due anni e mezzo di anticipo rispetto alla naturale scadenza del contratto. I risultati altalenanti costringono la società a ponderare bene qualsiasi decisione in ottica futura, al fine di evitare ripercussioni ‘pericolose’ che possono influire nettamente sugli obiettivi stagionali e sul progetto tecnico.

Proprio questo sarà profondamente rinnovato tra un anno, quando sembra pressoché scontato che l’avventura si concluderà a prescindere dal risultato sportivo. Esonerarlo adesso è stato fatto passare come uno ‘sbaglio’, anche se in realtà la motivazione principale sembrava essere unicamente economica per i soldi che la società avrebbe dovuto corrispondergli. Tuttavia, emerge un retroscena che confermava la volontà di cercare un sostituto importante in tempi anche abbastanza brevi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sostituto Allegri, ha scelto Nedved: Agnelli perplesso, ecco perché

Secco no alla Juventus: il gran rifiuto ‘conferma’ Allegri

Roberto De Zerbi Juventus
Roberto De Zerbi (Ansa)

Si tratta di Roberto De Zerbi, diventato allenatore del Brighton nei giorni scorsi. L’ex Shakhtar Donetsk era svincolato dopo la rescissione consensuale in virtù della guerra che imperversa con la Russia. Nei giorni scorsi era stato accostato con insistenza alla panchina del Bologna (rifiutata in virtù dell’amicizia con Mihajlovic) e anche alla panchina della Juventus, proposto direttamente da Carlo Nicolini, assistente del direttore sportivo dello Shakhtar Dario Srna. A ‘1 Station Radio’ ha affermato che ”L’avevo proposto anche alla Juve, hanno tergiversato e nel frattempo Roberto ha accettato il Brighton senza aspettare la squadra bianconera. Penso che abbiano perso una grande opportunità, forse se ne sono già pentiti”.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Esonero Allegri, l’annuncio che fa infuriare i tifosi: società al bivio

”Roberto ha svolto un buon lavoro in Ucraina, con dispiacere le cose sono dovute andare così per forza ma tutti erano convinti che in un paio di anni lo Shakhtar avrebbe potuto fare tanto in Europa” ha concluso.