Altra big si unisce alla corsa per Grillitsch, ostacolo per la Serie A

Florian Grillitsch è uno dei centrocampisti più chiacchierati del calciomercato italiano, occhio però all’inserimento del Top Club di Premier League

Florian Grillitsch
Florian Grillitsch (Ansa)

Nelle ultime settimane si è molto parlato dell’interesse di alcune squadre di Serie A per il centrocampista dell’Hoffenheim Florian Grillitsch, il giocatore ha mostrato delle ottime capacità nell’ultima stagione e andrà in scadenza di contratto a giungo, con la sua squadra non c’è margine di trattativa per il rinnovo ed ecco quindi che diversi club di Serie A hanno cominciato a prendere informazioni, prima di tutti la Roma di Josè Mourinho e a seguire ci ha pensato Maldini per il suo Milan, i rossoneri sarebbero avanti avendo presentato anche un’offerta formale che tuttavia non ha trovato ancora conferma. A complicare la questione però ci pensa la Premier League, come riportato dalla Spagna un top club è pronto a scommettere sul giocatore e a quel punto l’arrivo in Italia si complicherebbe molto.

Arsenal pronto all’offerta per Florian Grillitsch, l’arrivo in Serie A si complica

Florian Grillitsch
Florian Grillitsch (Ansa)

Al giocatore la destinazione italiana interessava molto, questo però prima del subentro dell’Arsenal, il club inglese al momento offrirebbe di certo un futuro migliore soprattutto per quanto riguarda lo stipendio, attenzione al Milan però, che col passaggio probabile sotto Investcorp potrebbe cambiare letteralmente veste e cominciare ad operare come gli altri Top Club europei.

Potrebbe interessarti anche >>> Di Canio polemico sulla Roma: “Hanno vinto contro dei salmonari” VIDEO

La maggior esclusa al momento sembra essere la Roma, per il centrocampo forse Josè Mourinho dovrà guardare oltre oppure dovrà convincere la società a muovere passi veloci prima dell’inserimento di altri top club nella trattativa per l’austriaco.

Potrebbe interessarti anche >>> PSG: Leonardo in bilico, Donnarumma disastroso, ritorno in serie A a giugno

L’affare a zero in questo anno sembra essere quello più ricercato e il mercato estivo che si prospetta sarà uno di quelli più abbondante di svincolati d’oro, per arrivare a portare a casa trattative del genere però sul piatto vanno messi ingaggi importanti che poco collimano col futuro di sostenibilità finanziaria che sembra essere il prossimo mantra soprattutto in Italia, non incorrere in aste a più squadre è l’unica freccia nell’arco e per farlo non c’è altro modo che giocare d’anticipo.