Ciclismo, rivoluzione 2018: team con meno corridori

Nairo Quintana blockhaus

Nairo Quintana (getty images) SN.eu

 

E’ pronta una vera e propria rivoluzione nel mondo del ciclismo. A margine dei Mondiali di Bergen 2017, la UCI, la Federazione Internazionale di ciclismo, si è riunita nella cittadina norvegese per discutere di alcune riforme. Il tutto verrà introdotto a partire dalla prossima stagione. In cima alla lista la maggior sicurezza di corridori e spettatori, dato il crescente numero di incidenti. Per questo motivo, dal 2018 verrà ridotto il numero di atleti che parteciperanno ai Grandi Giri e a tutte le gare del calendario della UCI.

Ogni squadra potrà schierare 8 e non più 9 corridori al Giro d’Italia, al Tour de France e alla Vuelta di Spagna. Il gruppo totale andrà così a ridursi da 198 a 176. Nelle altre gare in calendario, invece, la riduzione sarà ancora maggiore, con un massimo di 7 corridori per squadra. Inoltre, non di minor importanza, l’UCI ha assegnato i Mondiali 2019 di ciclismo su pista a Pruszkow, in Polonia.