Home Calcio Napoli, De Laurentiis: “Ecco i tre giocatori che seguiamo”

Napoli, De Laurentiis: “Ecco i tre giocatori che seguiamo”

CONDIVIDI
Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli
Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli (getty images)

NOTIZIE NAPOLI – E’ stata una giornata da ricordare per il Napoli. I nerazzurri sono diventati campioni d’inverno con la vittoria sul Frosione e la sconfitta interna dell’Inter contro il Sassuolo. Un traguardo che mancava da 26 anni e che il presidente Aurelio De Laurentiis ha commentato con grande soddisfazione ai microfoni di Sky Sport: “La scaramanzia ci fa parlare in maniera quasi noiosa del campionato, si dicono quasi sempre le stesse cose ad ogni partita. Il campionato invece è apertissimo, non noioso e ce la giochiamo in tante squadre. Avere un campionato così intrigante sia una motivazione a far bene, interessante per tutte le squadre. Non è facile preparare le partite. Di Sarri mi ha colpito umiltà e serenità. Ci accomuna la lettura di tanti libri, non è una cosa comune tra gli allenatori. Mi è piaciuto il suo modo di rapportarsi anche su argomenti fuori da calcio”.

Il numero uno partenopeo poi si è concentrato sul calciomercato, svelando le strategie del club per il mese di gennaio: “Abbiamo bisogno di un difensore centrale e di un centrocampista. Ho detto a Giuntoli di provare a prendere Maksimovic, Kramer ed Herrera. Abbiamo fatto anche valutazioni su altri 10 centrocampisti e 5 difensori centrali con quelle caratteristiche di gioco ed anagrafiche. E’ difficile migliorare la squadra ora, uno può fare anche dei danni. Alcuni giocatori hanno cominciato a rendere dopo aver assimilato i modelli di gioco di Sarri, completamente diversi da quelli di Benitez. Se prendo uno nuovo e ci mette 7-8 settimane per capire gli schemi non è un rinforzo. Bisogna andarci cauti anche per gli equilibri di spogliatoio. Se si compra un giocatore importante mette psicologicamente alla berlina chi è importante e chiude alla fine del girone d’andata come campione d’inverno. Zuniga lo stiamo trattando con Bologna e altre squadre. Se sono rose fioriranno”.