Italia | Caputo diventa uomo record: nuovo Schillaci e idolo del fantacalcio

Ciccio Caputo debutta in nazionale segnando a 33 anni. L’attaccante del Sassuolo sempre più idolo, non solo dei tifosi neroverdi

Italia | Caputo diventa uomo record: nuovo Schillaci e idolo del fantacalcio
Italia | Caputo diventa uomo record: nuovo Schillaci e idolo del fantacalcio (Getty)

Si chiama Francesco Caputo (per gli amici Ciccio) e sta conquistando la ribalta del calcio italiano. Prima alla conquista della Serie A con le maglie di Empoli e Sassuolo, poi l’esordio perfetto con la Nazionale: in gol al debutto, ad “appena” 33 anni suonati. E di gol ne sta facendo tanti, sin dalla scorsa stagione: non si chiama Lukaku o Ronaldo, ma segna quasi come loro. Col Sassuolo, e adesso anche con la nazionale: e non solo, Caputo è l’uomo del momento, anche per chi gioca al fantacalcio. “Costa” poco e ha un rendimento (quasi) da top player. Intanto ieri, nella gara dell’Italia contro la Moldova ha segnato al debutto, e da buon bomber di provincia si è subito messo in tasca un importante record. L’attaccante del Sassuolo è il 56esimo giocatore dell’era Mancini a debuttare, e ieri contro la Moldova è diventato il secondo “esordiente” più anziano.

Ti potrebbe interessare anche – Nazionale | Finisce 6-0 per l’Italia l’amichevole con la Moldova | VIDEO

Caputo, gol e simpatia per conquistare gli italiani

 

Visualizza questo post su Instagram

 

L’ho sognato… e realizzato! Il Debutto…il primo gol…che emozioni! Ripartiamo da qui… 😉🤙🏼⚽️ 🍻 #azzurri

Un post condiviso da Francesco “Ciccio” Caputo (@cicciocaputo11) in data:

Prima di lui soltanto Emiliano Moretti, nel lontano ormai 2014. Ma Caputo centra un record più importante: col suo gol nell’amichevole di mercoledì, è diventato il marcatore debuttante più anziano della storia della Nazionale. A 33 anni e due mesi, la rete nel test contro la Moldava lo ha portato a un record che rimarrà a lungo. Qualcuno già lo vede protagonista ai prossimi Europei del 2021, magari ripercorrendo le orme di Totò Schillaci ai Mondiali del 90: attaccante “poco quotato” che divenne grande protagonista di quell’indimenticabile torneo. E intanto, sia i tifosi del Sassuolo che i tanti appassionati di fantacalcio non fanno altro che stravedere per lui. Oltre alla capacità di far gol, il calciatore pugliese si distingue per modestia e simpatia. La battuta di Mancini “Intanto ci porta le birre”, ha fatto il giro dei social e il giocatore ha accettato lo scherzo del ct con simpatia e col sorriso.

Leggi anche – Nazionale | Caputo: “Italia grande chance. Io come Schillaci? Simpatico”