Serie A | Terremoto panchine dopo l’ultima giornata: da Inzaghi a Zenga, la situazione

L’ultima giornata di Serie A non è ancora conclusa, ma l’epilogo del campionato sta portando con sé numerosi cambiamenti su diverse panchine. Ci sono addii già certi ed altri che potrebbero concretizzarsi a sorpresa

Serie A | Terremoto panchine dopo l'ultima giornata: da Inzaghi a Zenga, la situazione
Serie A | Terremoto panchine dopo l’ultima giornata: da Inzaghi a Zenga, la situazione (getty)

Il campionato finisce e per qualche allenatore ci sono conseguenze. Scossoni nelle panchine di Serie A dopo l’ultima giornata, che si completerà con le partite di oggi. Molti allenatori saluteranno le rispettive squadre, e per qualcuno l’addio è già certo. Il Cagliari, che ha chiuso al 13esimo posto, ha congedato Walter Zenga. L’addio è stato certificato dal presidente Giulini, che ha salutato l’allenatore in scadenza di contratto. I rossoblu stanno pensando ad Eusebio Di Francesco. Salutano anche i primi due allenatori retrocessi: Di Biagio lascerà la Spal dopo il fallimentare finale di stagione, e lo stesso farà Diego Lopez con il Brescia. Entrambi hanno fallito l’obiettivo salvezza. Davide Nicola del Genoa e Fabio Liverani della Lazio si giocano la salvezza e la conferma: chi di loro retrocederà in Serie B, molto probabilmente lascerà la panchina. Più probabile l’addio del leccese, che si profila anche in caso di salvezza. A fronte di addii certi, altri sono oggetto di valutazione: il Parma rifletterà su D’Aversa dopo l’ultima giornata di campionato.

Ti potrebbe interessare anche – Calciomercato | Vertonghen alla Roma, accordo col giocatore

Serie A, come cambiano le panchine: non mancano le sorprese

Serie A, come cambiano le panchine: non mancano le sorprese
Serie A, come cambiano le panchine: non mancano le sorprese (getty)

Dirà sicuramente addio al Torino Moreno Longo: il club granata cerca un altro allenatore. Il Napoli e Gattuso devono ancora rinnovare, ma la conferma sembra certa. Da valutare, invece, il futuro di Fonseca con la Roma. La Sampdoria vuole convincere Ranieri a rimanere, ma l’ex Leicester ci sta riflettendo. Non mancano, invece, le sorprese: dopo il durissimo attacco alla società, è lecito immaginare un addio di Conte all’Inter. Sarebbe clamoroso, ma non così improbabile. E a sorpresa anche la Lazio potrebbe cambiare. Il quarto posto e il rendimento post Covid molto deludente hanno indotto il presidente Lotito a rinviare il rinnovo, che sembrava ormai fatto. Ci saranno riflessioni reciproche, ma anche Inzaghi potrebbe dire addio dopo la delusione di questo finale di campionato. Altro tecnico in discussione è Maurizio Sarri: il suo destino è legato al rendimento in Champions League. Confermati al 100%, invece, Pioli al Milan e Gasperini all’Atalanta, Juric al Verona, De Zerbi al Sassulo, Iachini alla Fiorentina, Mihajlovic al Bologna e Gotti all’Udinese.

Leggi anche – Serie A | Napoli-Lazio, Gattuso: rissa sfiorata. “Mi hanno insultato”