Serie B | Claudio Lotito, clamoroso sfogo e Ventura se ne va

Serie B: Claudio Lotito, clamoroso sfogo telefonico dopo che la Salernitana ha fallito l’acceso ai playoff. Gian Piero Ventura, nel mirino, si è dimesso

Claudio Lotito, lo sfogo è clamoroso (Getty Images)

Claudio Lotito, uno scudetto sfiorato con la Lazio e i playoff sfiorati con la Salernitana in Serie B. Ma se Simone Inzaghi può dormire sonni tranquilli, non così è per Gian Piero Ventura. Il tecnico, che ha perso ieri sera contro lo Spezia salutando la post season, ha rassegnato le dimissioni dopo il clamoroso sfogo telefonico del suo presidente.

Questa notte infatti, Lotito al ristorante ha commentato in modo colorito la sconfitta al telefono. Nel mirino soprattutto le scelte secondo lui sbagliate del tecnico: “Sto pezzo de m…è una cosa guarda…questo è matto. Ha tolto Akpa a centrocampo…ha rovinato tutto…sempre co’ sto Maistro. Nn sappiamo con chi stesse parlando Lotito, ma sappiamo che le sue parole sono state registrate. E il video in poche ore sta facendo il pieno di like e commenti sul web.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Salernitana, Ventura torna granata, mister libidine riparte alla corte di Lotito

Salernitana, probabilmente Gian Piero Ventura aveva già decidso ma certo dopo quese parole non poteva fare diversamente. Oggi ha rassegnato le sue dimissioni che sono state anche prontamente accettate dal club, segno che la fiducia reciproca non c’era più.

Poi l’allenatore ha affidato il suo pensiero ad una lettera di addio. Ha raccontato che 13 mesi fa era arrivato in Campania pieno di entusiasmo e con  una missiomne chiara. Quella di ricostruire un gruppo e per questo doveva creare la giusta cultura del lavoro, dare senso di appartenenza. “Obiettivi che credo siano stati raggiunti attraverso la crescita e la valorizzazione di molti giocatori”, ha scritto.

GIan Piero Ventura si è dimesso (Getty Images)

Ventura ammette che se non sono arrivati ai playoff evidentemente qualcuno ha commesso errori, ma pensa che siano state gettate fondamenta importanti. Ma posi si toglie anche un sassolino grosso come un macigno parlando dei giocatori che ha valorizzato: “Penso a Maistro, ad esempio, che veniva dalla serie C ed oggi gioca in nazionale Under 21. Penso a Lombardi reduce da annate difficili ed oggi richiesto da tanti club di serie A, penso a Gondo il cui valore è stato decuplicato”. Maistro, quello che a Lotito non piace.

Impostazioni privacy