F1, GP Brasile: un top verso il forfait, pronto il sostituto

In vista della penultima tappa del mondiale preoccupano le condizioni del pilota, scuderia in allarme, è caccia al sostituto per la gara

Pilota salta brasile
Partenza Formula 1 (Foto ANSA)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Sarà l’ultimo sprint race di stagione, o forse l’ultimo in assoluto visto che il format non è chiaro se verrà riconfermato, una gara attesissima dai piloti e soprattutto da Lewis Hamilton che, oltre a voler testare il più possibile tutte le modifiche in vista del 2023, sarà anche per la prima volta in pista da cittadino brasiliano, onorificenza appena ricevuta del quale il britannico si è detto molto fiero. Non arrivano però buone notizie per uno dei piloti, stato di salute sospetto che mette in allarme il team, salterà anche la conferenza.

Lando Norris non c’è la fa, pronto De Vries per correre in Brasile

Pilota salta brasile
Nyck De Vries (Foto Instagram)

Una notizia inattesa quella del forfait di Lando Norris, rimasto chiuso in albergo a causa di quella che dovrebbe essere solo una brutta intossicazione alimentare ma che gli farà saltare non solo la conferenza stampa delle 18:05 ma probabilmente anche la gara di Domenica.

Potrebbe interessarti anche >>> Formula 1, ultima sprint race dell’anno, ecco tutti gli orari ed il programma del prossimo GP di Brasile

Condizioni monitorate dalla McLaren che comunque ha già il nome per il sostituto, sarà in caso Nyck De Vries la riserva designata per guidare la monoposto, la notizia vera tuttavia è che per De Vries sarebbe la 5° monoposto diversa guidata in stagione, in attesa di iniziare i test anche con Alpha Tauri ad Abu Dhabi.

Potrebbe interessarti anche >>> Helmut Marko, sentenza durissima, Ferrari già fuori dai giochi nel 2023

Non è comunque tutto perduto, gli episodi di vomito e dissenteria frequenti di Lando Norris sono sotto la cura del Dottor Riccardo Ceccarelli che ritiene ancora possibile un suo recupero prima di Domenica. Di certo De Vries spera però di poter scendere in pista, perché il suo sarebbe un vero record in caso, con almeno metà delle macchine in griglia di partenza guidate nella stessa stagione.