Messi: “Resto a Barcellona, non avrei fatto causa al club della mia vita”. Video

La ‘pulce’ rompe il silenzio e, in una lunga intervista a Goal, spiega i suoi comportamenti ed il suo futuro. La storia della vicenda e l’intervista 

Messi intervista per chiarire posizione sul suo futuro
(Photo by LLUIS GENE/AFP via Getty Images)

Erano giorni che si parlava della frattura tra Lionel Messi e la società blaugrana. Più che con il club, il campione argentino, aveva rotto con la dirigenza del Barça in particolare con il presidente Joseph Maria Bartomeu.

L’uscita con debacle del Barcellona dalla Champions League, sconfitta 8-2 dallo spietato Bayern Monaco, ha fatto deflagrare una bomba all’interno dello società basca, abituata più ai climi di festa delle vittorie.

Subito dopo la partita infatti, il presidente Bartomeu in persona a metterci la faccia assumendosi le responsabilità e annunciando quello che da li a breve sarebbe accaduto. Il primo a perdere la poltrona fu Abidal, ex giocatore e dirigente del Barcellona, in aperta contestazione con lo spogliatoio e Messi in particolare.

Subito a ruota l’esonero dell’allenatore e proclami di rivoluzione da parte del Presidente non hanno convinto Lionel che non si è presentato al raduno per l’inizio della nuova stagione, manifestando palesemente la reale voglia di andare via, non ostante il nuovo c.t Koeman avesse dichiarato di avere Messi al centro del nuovo progetto

La stessa voglia che papà Jorge ha ribadito nell’incontro interlocutorio tra l’entorurage di Messi e la dirigenza del Barça i quali, a loro volta e spalleggiati dalla ‘Liga’, hanno espresso il loro fermo no ad una cessione.

A ballare tra le due tesi è la clausola grazie alla quale Messi si poteva liberare unilateralmente dal contratto che lo lega al Barcellona, previa comunicazione. Per la società la clausola sarebbe scaduta  e per liberare Messi dal contratto si deve pagare la clausola di 700 mln.

Secondo il giocatori, ed i suoi avvocati, il prolungamento dei contratti causa pandemia avrebbe procrastinato anche la scadenza della stessa.

Questa è la storia della vicenda, che ieri si è arricchita dei problemi molto seri di Bartomeu, e che oggi registra finalmente una svolta. Il capitano del Barcellona lascia una intervista a Goal nel quale rende pubblico per la prima volta nella questione, il suo pensiero. Buona visione.

                                                  <<<   CLICCA QUI PER L’INTERVISTA INTEGRALE       >>>