Ferrari, colpo di scena: arriva la sorprendente richiesta ad Hamilton, cosa succede

La Ferrari le prova tutte ma l’ultima richiesta sembra davvero assurda, ne parleremo ancora a lungo!

Ferrari, colpo di scena
Ferrari (Foto instagram)

In questa stagione la Ferrari ha ormai perso le speranze di poter arrivare al titolo e, secondo le stime più veritiere, sarà impossibile arginare le Red Bull almeno per altri due anni uno scenario, tuttavia, che non preclude alle rosse la possibilità di festeggiare un mondiale, si perché Felipe Massa non sembra arrendersi e la causa contro la FIA per il mondiale scippato nel 2008 prosegue spedita. In quell’anno fu proprio Hamilton a portare a casa il titolo per un punto ma a pesare fu lo scandalo Crashgate che senza dubbio lo favori a Singapore, adesso però Massa sembrerebbe affidarsi proprio a lui per avere giustizia, uno scenario davvero inimmaginabile!

Massa chiede aiuto ad Hamilton, ma il gioco di interessi supererà l’integrità morale?

Felipe Massa
Felipe Massa (foto instagram)

È assurdo pensare che un aiuto per ricevere indietro il mondiale scippato possa essere chiesto proprio a colui che ha vinto quel titolo, eppure sembra essere proprio questa una delle strategie del legale dell’ex pilota di Ferrari. L’integrità morale del pilota britannico, infatti, è da sempre uno dei suoi tratti più evidenti, un’aspetto sul quale punta anche Felipe Massa.

Le richieste fatte ad Hamilton sarebbero semplici, praticamente testimoniare contro i suoi interessi ma in favore della verità, confessando che la FIA avrebbe cercato di coprire lo scandalo crashgate, così come ha fatto già Ecclestone. Non una richiesta da poco visto che, qualora il titolo fosse consegnato a Felipe Massa, sarebbe proprio Hamilton a vedersene privato.

Ad ogni modo sembra che la FIA dovrà rispondere alle accuse più o meno a stretto giro e, qualora non fosse possibile attribuire  nuovamente quel mondiale, l’impressione è che a Felipe Massa spetterebbe comunque un altissimo risarcimento. Un nodo intricato da sciogliere anche perché l’allora team principal di Ferrari, Stefano Domenicali, oggi è il CEO di Liberty Media, ovvero colui che organizza il mondiale.

Impostazioni privacy