Fantacalcio, esonero in Serie A: può già saltare la prima panchina stagionale

Fantacalcio, primo esonero in Serie A: l’ennesima sconfitta può già costare cara, ore caldissime. 

Potrebbe già saltare una panchina in Serie A. Ciò che sta accadendo in queste ore potrebbe compromettere il cammino di un tecnico, che sino a questo momento non è riuscito ad ottenere i risultati sperati.

Esonero Serie A
Esonero Serie A (instagram)

L’ennesima sconfitta stagionale ha fatto scattare l’allarme e non può essere altrimenti: a preoccupare non sono solo i risultati sportivi ma soprattutto le prestazioni deludenti che si stanno susseguendo in serie, costringendo la dirigenza a valutare attentamente la decisione migliore prima che la situazione possa diventare irricuperabile.

In questo senso, le prossime ore possono diventare decisive e si stanno già valutando alcuni nomi per un possibile ed imminente cambio della guida tecnica.

Primo esonero in Serie A: Zanetti è già in bilico

Il nome in questione è quello di Paolo Zanetti dell‘Empoli, un profilo che sino a questo momento non sta riuscendo a confermare i risultati dello scorso anno. Dopo la bruciante sconfitta all’esordio contro il Verona, sono poi arrivati altri insuccessi contro Monza e Juventus, tutte sconfitte in cui i toscani non sono riusciti a segnare nemmeno un gol e hanno evidenziato un’involuzione davvero preoccupante.

Zanetti Empoli
Zanetti Empoli (instagram)

In sella all’Empoli dal 2022, seppur a fatica è riuscito a conquistare la salvezza nelle ultimissime giornate, obiettivo che in questa stagione rischia seriamente di diventare sempre più difficile a giudicare da quanto si sta vedendo in campo. La sua posizione non può che traballare per ovvi motivi, in considerazione di questi dati preoccupanti e ben visibili durante le partite, emerse anche e soprattutto nell’ultima sfida contro la Roma persa addirittura per 7-0, un tracollo totale che non può non far propendere per decisioni drastiche.

Il quarto ko di fila mette la società toscana di fronte a valutazioni e possibili scelte davvero scomode; ora bisognerà capire quanto credito potrebbe ancora dargli il presidente Corsi, che nel frattempo comincia a valutare qualche profilo in caso di sostituzione immediata.