Caffè appena svegli, meglio evitare: svelato il perché

Un’abitudine molto comune quanto sbagliata, non avevi idea di cosa succede al tuo organismo!

Caffè appena svegli
Caffè (Foto Pixabay)

Bere un buon caffè appena svegli è, senza dubbio, una delle abitudini più comuni non solo in Italia. Questa pratica che per molti è assolutamente indispensabile per iniziare la giornata, tuttavia, non è così salutare come immaginavamo per il nostro organismo. Bere un caffè appena svegli, infatti, innesca una serie di reazioni che forse non dovreste sottovalutare, soprattutto in alcuni casi specifici.

Ami il caffè di primo mattino? Sarà meglio cambiare abitudini!

Caffè appena svegli
Caffè (Foto Pixabay)

Uno studio portato avanti in Italia ha evidenziato come circa il 75% degli italiani iniziano la giornata proprio sorseggiando un caffè nero e bollente, questa pratica è quasi un rito radicato nella nostra cultura, solo in parte per sfruttare i benefici della caffeina nello sfruttare il sonno.

Bere caffè, infatti, rende più vigili ed in grado di affrontare la giornata, ma esistono anche alcuni contro da non sottovalutare. Alcune recenti scoperte, infatti, hanno rivelato come bere un caffè appena svegli, in realtà, contribuisca a mitigare gli effetti della caffeina ed a creare una tolleranza a questa sostanza che ne mitigherà l’effetto nel lungo periodo.

Ma non è solo questo il problema. Il nostro organismo, per renderci vigili dopo una notte di sonno, sfrutta gli effetti di alcuni ormoni come il cortisolo e l’assunzione di caffeina in questo preciso momento inibisce la produzione di cortisolo, rendendoci quindi sempre più dipendenti dalla caffeina per diventare operativi.

Questo è il motivo per cui consumatori abituali di caffè, qualora si trovassero senza questa bevanda al mattino, risulterebbero davvero in difficoltà nel mettere in moto il proprio organismo. Il momento migliore per bere caffè sarebbe, dunque, dopo almeno un’ora dal momento di aver messo piede in terra, in modo che la caffeina non vada ad interferire con la produzione di cortisolo e possa regalarci solo i suoi benefici.

Pubblicista da sempre amante dello sport, soprattutto delle sfaccettature meno evidenti che spesso vengono difficilmente trasmesse al grande pubblico. Il mio obiettivo è quello di trasferire la mia passione per lo sport agli altri, soprattutto accendendo un faro sui retroscena apparentemente insignificanti ma che, come spesso accade, regolano questo mondo particolare.