Roland Garros, altra polemica: tra le due scoppia il caos

Si è entrati nella fase cruciale del torneo sia in campo maschile che in quello femminile: oggi si concludono i quarti di finale

Svitolina-Sabalenka stretta di mano
(Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

I giorni passano e il Roland Garros entra sempre più nel vivo. Oggi si concluderà il quadro dei quarti di finale sia in campo maschile che in quello femminile. Già domani ci saranno le semifinali di Wta, mentre per quelle Atp bisognerà attendere la giornata di venerdì. Due incontri sono già decisi per chi si giocherà un posto nell’atto finale: Sabalenka-Muchova per quanto riguarda le donne, e il big match Alcaraz-Djokovic per quanto riguarda gli uomini.

Ennesima polemica a fine match: protagonista Aryna Sabalenka

Aryna Sabalenka Svitolina
Aryna Sabalenka (Foto Instagram)

Se come detto in campo maschile c’erano due grandissimi favoriti per l’accesso alla prima semifinale, in quello femminile i match erano ben più equilibrati. La ceca Muchova ha avuto la meglio sulla russa Pavlyuchenkova (7-5 6-2), ma il match più atteso era sicuramente quello tra la numero 2 del mondo Aryna Sabalenka e la rinata Elina Svitolina. Grande fermento non solo per il valore della partita, ma anche per la tensione che c’è tra le due. Il match è stato vinto dalla bielorussa per 2-0 (doppio 6-4) ma le polemiche sono scoppiate a fine partita quando la vincitrice si è avvicinata alla rete per stringere la mano all’ucraina. La questione di fondo è ormai nota: l’ucraina Svitolina ovviamente supporta la sua nazione che è impegnata in un duro confronto bellico contro la Russia, che ha l’appoggio del dittatore bielorusso Alexander Lukashenko.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tutto in una partita: Alcaraz-Djokovic non varrà solamente la finale…

Le giocatrici ucraine si rifiutano ormai di consueto di stringere la mano alle tenniste russe e bielorusse ed è accaduto anche questa volta: “Onestamente non capisco cosa stesse aspettando. Sono sempre stata molto chiara nelle mie dichiarazioni. C’è stato qualche ‘boo’ dagli spalti, me lo aspettavo, chiunque esca sconfitto da una partita e non stringe la mano all’avversario deve aspettarsi una reazione del genere” ha commentato Svitolina. “E’ stata una mossa istintiva, ho fatto quello che faccio dopo tutte le partite”, ha ribattuto Sabalenka. Insomma, una questione poco edificante che non sembra avere fine.

Impostazioni privacy