Tutto in una partita: Alcaraz-Djokovic non varrà solamente la finale…

Come da pronostico il numero 1 e il numero 3 del mondo hanno regolato Tsitsipas e Khachanov e venerdì si giocheranno un posto nella finale di domenica

Novak Djokovic-Carlos Alcaraz semifinale Roland Garros
Novak Djokovic (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Tutto come da pronostico. E gli appassionati di tennis ringraziano. Venerdì sul Philippe Chatrier di Parigi, con orario ancora da stabilire, ci sarà la partita probabilmente più attesa dell’anno, quella che metterà di fronte i due giocatori migliori del mondo. Una sfida generazionale, quasi un passaggio di consegne, tra chi ha vinto tutto e chi, molto probabilmente, vincerà tutto. Perché quella tra Novak Djokovic e Carlos Alcaraz è la semifinale che tutti attendevano una volta visto il tabellone del Roland Garros.

La finale, il Grande Slam, il ranking: Djokovic-Alcaraz, tutto in una partita

Carlos Alcaraz-Novak Djokovic Roland Garros
Carlos Alcaraz (screen Instagram)

Il percorso dei due, finora, è stato praticamente identico. Vittorie sul velluto, concedendo solamente un set agli avversari nei primi cinque incontri: a Taro Daniel lo spagnolo, ieri a Karen Khachanov il serbo. Se da un lato il dominio del fenomeno di Murcia era preventivabile nonostante il passo falso agli Internazionali, dall’altro c’era attesa per capire le condizioni di Novak, decisamente sottotono in questa stagione sulla terra. Il livello dell’attuale numero 3 al mondo è cresciuto di partita in partita e questo è di buon auspicio per il big match di venerdì. Dove i due non si giocheranno solamente l’approdo alla finale di domenica, ma molto altro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tutto secondo pronostico: sarà una semifinale da sogno

Innanzitutto la partita vale anche la prima posizione nel ranking. In caso di vittoria di Carlitos, il baby prodigio continuerebbe a guardare tutti dall’alto in basso, comunque finisse la finale di domenica. Se invece a prevalere dovesse essere il serbo, con una successiva vittoria del torneo, tornerebbe a guidare il ranking. Ma soprattutto, per Djoker, questa partita ha un altro valore più importante. L’unica cosa che insegue ancora il pluricampione di tutto è il sogno Grande Slam e quest’anno, vista l’età e la crescita esponenziale proprio dello spagnolo, potrebbe essere l’ultimo anno buono. Dopo aver già vinto l’Australian Open, Nole, vorrebbe completare metà dell’opera.

Impostazioni privacy