Ferrari, cambiamento shock: la scelta di Vasseur fa discutere

Dopo la prima giornata di test salta già la prima testa, Vasseur un vero terremoto dietro le quinte, questa volta è definitivo

Leclerc e Sainz
Leclerc e Sainz (foto instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

La prima giornata di test in Bahrein è terminata tra gioie e dolori per i ferraristi, scontento Leclerc mentre Sainz è andato leggermente meglio. C’è ancora molto da fare in un contesto che ha visto ancora una volta primeggiare indisturbato il solito Verstappen. Una situazione difficile che aumenta la pressione all’interno dei box, soprattutto quella di Vasseur che nel suo primo esordio stagionale non intende sbagliare nulla, proprio per questo ha dato il via al primo cambiamento drastico, addio ad uno dei protagonisti della passata stagione.

Frederic Vasseur sicura Inaki Reuda, lo spagnolo non sarà più il responsabile delle strategie Ferrari

Ferrari team
Charles Leclerc (screen Instagram)

Potrebbe interessarti anche>>>> Formula 1, Test Bahrain: grave problema per la Ferrari, tifosi sotto shock

Una carriera senza dubbio encomiabile quella di Reuda che in questo settore è uno d’esperienza ma che non ha brillato affatto nella passata stagione. Il 2022 è stato infatti l’anno dei disastri per quel che riguarda le strategie di gara e, se Binotto ha pagato con l’autoesclusione, Reuda non poteva che seguire la sua strada.

Quest’anno sarà Ravin Jain il responsabile delle strategie Ferrari, un ragazzo promettente ma con molta meno esperienza di Reuda, che a sua volta finirà in garage, lontano dalla prima linea e dall’aria della pista. Una grossa responsabilità per il nuovo direttore delle strategie in un mondiale in cui, per quanto riguarda questo aspetto, gli occhi saranno maggiormente puntati sulla scuderia.

Potrebbe interessarti anche>>>> Rivelazione Ferrari durante i primi test, quello che è venuto fuori è assurdo!

Adesso però non è ancora tempo di preoccuparsi per questo, c’è da terminare un lavoro infinito e ci sono solo altri 2 giorni per farlo, prima che cominci il primo weekend di gara in cui tutti si auspicano che le rosse possano partire come lo scorso anno e poi, magari, mantenere anche il passo strada facendo.

Impostazioni privacy