Netflix, cambia tutto: tariffe e condivisione, quanti stravolgimenti

Netflix, cambia tutto: ecco che cosa sta accadrà in questo giorni, le ultimissime novità. Stravolgimenti in vista. 

Netflix programmazione
Netflix programmazione (screen Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Netflix continua a far discutere con alcune prese di posizione non graditissime ai fans. La piattaforma streaming vuole a tutti i costi contrastare la condivisione dell’account al di fuori del nucleo familiare, pratica che sta sempre prendendo piede nel corso degli ultimi anni, soprattutto dall’avvento del covid, dove le iscrizioni degli abbonamenti hanno vissuto momenti di vera gloria.

Tuttavia, con questa pratica e soprattutto con la cancellazione di numerose serie che il pubblico ha particolarmente criticato, il colosso dello streaming rischia seriamente di perdere milioni di abbonati con scelte non proprio gradite dagli utenti. L’intento di Netflix è quello di monetizzare anche dalla condivisione dell’account per incrementare ulteriormente gli introiti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> PS5, non tenerla in verticale: gravi danni, ecco perché

Netflix, cambia tutto: le ultime novità

Netflix programmazione
Netflix programmazione (screen Instagram)

In questo senso, arriva maggiore chiarezza in merito: la condivisione gratuita della password dovrebbe essere interrotta a partire da marzo 2023. I nuovi piani (comprendenti già Base, Standard e Premium) rimarranno invariati ma Net introdurrà il pagamento di una piccola tariffa aggiuntiva che dovrebbe prevedere un extra di 3€ per ogni utente ‘ospite’.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Giochi digitali vs giochi fisici: le vendite parlano chiaro, videogiocatori divisi

Per ovviare ai furbetti, Netflix chiederà all’account principale un codice all’indirizzo e-mail o al numero di telefono associato se dovesse notare accessi ‘sospetti’ da dispositivi non precedentemente riconosciuti. In tal senso, servirà organizzazione e costante comunicazione per cercare di trovare le ‘giuste contromosse’…