Rivoluzione in Formula 1: pesante licenziamento, cambia tutto

Il presidente della Fia prepara i licenziamenti, è caos in Formula1 dopo la decisione di cambiare drasticamente l’organigramma

Licenziamenti FIA Formula1
Ben Sulayem e Lewis Hamilton (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

La Formula 1 si prepara ad una nuova rivoluzione con l’ultimo l’annuncio del presidente della FIA, Mohammed Ben Sulayem pronto a clamorosi licenziamenti in vista per il prossimo Mondiale 2023. Il presidente ha confermato l’esistenza di un processo di miglioramento in corso e probabilmente tale processo vedrà saltare molte poltrone, non è più permesso alcun errore ed i primi a pagare saranno i commissari colpevoli di situazioni imbarazzanti come quella legata al ‘caso Alonso’, durante il GP degli Stati Uniti, o quella legata a Pierre Gasly, entrambe avvenute nell’ultima stagione.

Ben Sulayem intransigente, fuori chi sbaglia, ecco i nomi che salteranno secondo il quotidiano Marca

Licenziamenti FIA Formula1
Partenza Sprint (Foto ANSA)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Formula 1, rivoluzione Ferrari: l’ultima indiscrezione fa impazzire i tifosi

Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo Marca, sia Niels Wittich che Eduardo Freitas potrebbero essere licenziati come direttori di gara della Formula 1. Wittich sarebbe stato coinvolto nel caso Alonso, con il duplice stravolgimento della classifica in 5 giorni, mentre Freitas fu sospeso nel finale della passata stagione a causa di quanto accaduto nel GP del Giappone, in cui Pierre Gasly si trovò di fronte una gru in pista sotto la pioggia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Formula 1, scoppia un nuovo caso: polverone di polemiche, lite furibonda

Questo nuovo cambio di guardia nella Direzione di Gara della F1 arriva solo un anno dopo l’allontanamento di Michael Masi per i fatti del GP di Abu Dhabi che hanno deciso il campionato 2021 e dimostra come la FIA stia cercando di rafforzare la sua struttura per garantire che ci siano sempre delle opzioni valide soprattutto nei ruoli chiave, al fine di evitare situazioni imbarazzanti e controversie come quelle viste negli ultimi anni.