Formula 1, rivoluzione Ferrari: l’ultima indiscrezione fa impazzire i tifosi

Formula 1, ultima novità di spessore per la Ferrari: la rivoluzione della monoposto fa impazzire i tifosi.

Charles Leclerc e Carlos Sainz rivoluzione Ferrari
Charles Leclerc e Carlos Sainz (screen Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

E’ tempo di valutazioni e decisione in casa Ferrari dopo l’ultimo mondiale e le brutte figure imputate a Binotto, team principal dal 2019 al 2022. L’ingegnere motorista, dal 1995 alla Ferrari, è stato sollevato dall’incarico e ora potrebbe finire altrove, magari all’Audi, sponsorizzato a gran voce proprio in queste ore. Resta il fatto che ora la situazione è decisamente cambiata per lui e per la ‘rossa’, dunque sono in corso tantissime valutazioni per ritornare competitivi sotto tutti i fronti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Già buttato fuori… Formula 1, caos Ferrari: tifosi allibiti

Rivoluzione Ferrari, fans impazziti per l’ultima indiscrezione

Ferrari indiscrezione rivoluzione
Ferrari (screen Instagram)

Come rivela ‘Formulapassion.it’, ora si cerca un vero e proprio sostituto di Binotto che potrebbe emergere dai vari responsabili già presenti nella Ferrari: Enrico Cardile (responsabile dell’area telaio); Enrico Gualtieri (responsabile area power unit); David Sanchez (responsabile comparto aerodinamico); Enrico Racca (addetto alla logistica e alla qualità dei materiali).

Proprio Cardile è stato ‘designato’ come possibile figura principale per il futuro: a riferirlo è il ‘Corriere dello Sport’, secondo cui sembra essere la persona più adatta per dare continuità al progetto della Ferrari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Formula1, fuga di notizie clamorosa in Ferrari, ecco quando sarà svelato tutto!

Dal 2005 presente nella scuderia della rossa, si è laureato in Ingegneria Aerospaziale ed è stato assunto appena 3 anni dopo aver conseguito il titolo. Negli anni ha collaborato alla progettazione delle vetture GT e nel 2016 è stato nominato responsabile dello sviluppo aerodinamico e successivamente come project manager. La sua carriera è andata sempre in crescendo: ora potrebbe diventare il sostituto di Binotto, diventando a tutti gli effetti il nuovo direttore tecnico cresciuto in casa.