MotoGP, Pecco Bagnaia vuota il sacco: la verità che nessuno si aspettava

Annata da ricordare quella di Francesco Bagnaia ma c’è un segreto dietro il cambio di marcia di meta stagione

francesco pecco bagnaia
Francesco Bagnaia (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Per la Ducati ma anche per la stragrande maggioranza degli italiani la stagione passata è stata piena di soddisfazioni, non solo in MotoGP ma anche in Superbike il dominio delle rosse è stato assoluto ed a ripercorrere le tappe che hanno portato al successo è stato proprio Francesco Bagnaia, protagonista della clamorosa rimonta da 91 punti che é valsa la vittoria nell’ultima giornata del mondiale.

Pecco Bagnaia: “In Indonesia c’è stata la svolta, gli alti e bassi hanno reso tutto più bello!”

MotoGP | Bagnaia passa alla Ducati Ufficiale. Zarco in Pramac
Francesco Bagnaia (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Moto Gp, problemi per un top: rivelazione drammatica

A parlare della stagione è stato Pecco Bagnaia circondato dalla folla festante in piazza, nemmeno a dirlo quella di Bologna, nonostante il brutto tempo non abbia lasciato tregua. A completare il quadro per la scena motoristica italiana è mancata solo la Ferrari ma per quel che riguarda la MotoGP era difficile chiedere più di cosi.

Non sempre è andato tutto liscio, proprio Bagnaia ha chiarito quali siano stati i momenti di svolta e come questi abbiano influito sull’esito del mondiale, “Ci abbiamo messo un po’ a far funzionare le cose, c’è stata incertezza e confusione per quanto concerne lo sviluppo ma dall’Indonesia in poi abbiamo preso un altra strada, quella che ci ha portato al successo. Gli errori hanno reso tutto più difficile ma anche più bello perché un recupero del genere è stato qualcosa di incredibile!”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>MotoGP, Valentino Rossi ad un passo dalla Suzuki. L’ammissione manda in subbuglio i fans

Davvero incredibile effettivamente e non hanno potuto evitare che essere tutti in accordo con le sue parole, adesso però le attenzioni sono tutte su di lui e con le tante desmosedici in pista sviluppate meglio della concorrenza bisognerà solo mantenere la concentrazione per consacrare il titolo, questa per lo meno è l’impressione iniziale ma poi, come sempre, la verità ce la dirà solo la pista.