Stipendi serie A, chi sono i calciatori più pagati: classifica sorprendente

Anche in serie A ballano cifre davvero assurde, quello che è emerso confrontando gli stipendi più alti è difficile da credere!

Stipendi serie a
Romelu Lukaku (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Nonostante gli ultimi anni di pandemia abbiano influito negativamente anche sul calcio, non sembra ancora arrivato il momento di fare dietrofront soprattutto per quel che riguarda gli ingaggi faraonici spesso elargiti. In Serie A sicuramente il livello è molto inferiore rispetto al altre realtà europee ma quel che è emerso confrontando la classifica dei più pagati ha davvero dell’incredibile.

10 top player di incassi per due sole squadre, cifre incredibili elargite dai due club

Stipendi serie a
Paul Pogba (Foto Instagram)

Sono Inter e Juventus a spartirsi la classifica di Serie A con i giocatori più pagati, al primo posto però figura ancora l’interista Romelu Lukaku che con i suoi 8.5 milioni di euro netti comanda sui successivi 4 talenti bianconeri. Parliamo di Pogba, Rabiot,Vlahovic e Paredes che occupano 2°, 3°,4° e 5° posto con gli 8 milioni guadagnati dal Polpo ed i 7 dagli altri tre compagni di club.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calcio, Mbappé stacca Ronaldo e Messi: quanto guadagna il fuoriclasse francese

A seguire la sesta posizione tra i più pagati torna ad essere di un interista, questa volta apre la classifica Brozovic con 6.5 milioni di euro a stagione a parimerito con Bonucci e Sceszny. Poco sotto, con “Solo” 6 milioni di euro all’anno abbiamo Alex Sandro, Lautaro Martinez e Di Maria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cristiano Ronaldo, vicinissima la firma: quanto guadagnerà il portoghese

È chiaro quindi come la Juventus più di tutte si sia spinta oltre con gli ingaggi, una situazione che forse è stata deleteria e che verrà certamente ridimensionata, ancor di più dopo l’inchiesta ancora aperta che ha colpito i bianconeri. Un futuro di sostenibilità sarà quindi davvero alle porte? L’impressione al momento è che ci vorrà ancora molto tempo ma prima o poi sarà inevitabile porre maggiore attenzione alle uscite anche per i club più blasonati.