Troppa “Joya”, Paulo Dybala non regge ai festeggiamenti, situazione critica per l’argentino

Sarà un ritorno in Italia difficile dopo l’ultimo mondiale, Paulo Dybala ha superato il limite, arrivata la confessione che fa tremare la Roma

Paulo Dybala festeggiamenti mondiale
Paulo Dybala Coppa del Mondo (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

È il sogno di una vita per qualsiasi giocatore quello di poter alzare la coppa del mondo, Paulo Dybala non ha partecipato sicuramente da protagonista a questo cammino in Qatar anche se è stato decisivo anche il suo sangue freddo dal dischetto per poter coronare il sogno della sua nazionale. Dopo 3 giorni dalla storica impresa è pero arrivata la confessione sul suo stato di forma che preoccupa in questo caso José Mourinho.

Paulo Dybala: “Sono stanco morto, ho dormito 5 ore in 3 giorni!”

Festeggiamenti Paulo Dybala
Argentina Messi (screen Instagram)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Mondiali in Qatar, che tesoretto per la Serie A! Ecco i club che hanno guadagnato di più

Festeggiare è lecito e forse anche esagerare visto che un motivo come questo capita una volta nella vita di un calciatore o anche meno. Basti pensare a Cristiano Ronaldo, uno dei talenti più impressionanti degli ultimi 20 anni ma che purtroppo non è stato altrettanto fortunato dell’ex compagno di squadra nella Juventus.

A rilasciare le dichiarazioni è stato lo stesso Paulo Dybala intervistato da TyC Sports, queste le parole: “Sono stanco morto ma felice, ho realizzato il sogno della mia vita, ho dormito 5 ore in 3 giorni ma non ci sono parole per descrivere il momento e voglio godermela a pieno”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Tragedia sfiorata per l;Albiceleste, 4 giocatori colpiti duramente, anche Messi era tra loro ; VIDEO

È tornato poi anche sul rigore importantissimo che il mister ha deciso di affidargli Paulo Dybala, “Non è mai facile entrare con questa pressione, il tragitto verso la porta sembrava infinito, quando ho preso il pallone volevo incrociarla ma poi mi sono ricordato dei consigli di Dibu Martinez, mi aveva detto che se la Francia prima aveva sbagliato avrei dovuto tirare centrale perché Lloris si sarebbe sicuramente buttato, e cosi ho fatto!”.