Tapis roulant, attenzione ai rischi: tutto quello che devi sapere

Il Tapis Roulant è sicuramente uno strumento utilissimo per chi vuole allenarsi. Attenzione però ai rischi: cosa devi sapere.

Tapis roulant attenzione rischi
Tapis Roulant (Fotografia da Pexels)

Per chi vuole perdere peso, uno degli strumenti più utilizzati è il tapis roulant. Con questo tappetto super moderno, è possibile impostare diversi livelli di allenamento, cambiare i piani d’appoggio (ricreando ad esempio una salita) e modificare i livelli di velocità (si va dalla passeggiata alla corsa estrema).

I punti di forza del tapis roulant sono veramente tanti: per prima cosa, è possibile allenarsi sempre anche in caso di cattive condizioni atmosferiche dal momento che tra le mura domestiche non dovrebbe piovere. Salutate quindi sudate con venti forti (pericolose per la propria salute) ed evitate di bagnarvi. Rispetto alla corsa all’aperto, inoltre, vi allenate su un piano liscio e preciso che non presenta avvallamenti o buche che possono causare anche infortuni seri. Attenzione però: prima di cominciare l’allenamento, bisogna comunque conoscere tutti i rischi legati al tapis roulant.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Tapis Roulant, occhio ai rischi: tutto quello che bisogna sapere

corsa meglio tapis roulant aperto
Allenamento sul tapis roulant (Foto da Pixabay)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Muscoli e alimentazione: le proprietà benefiche degli spinaci

Alcuni esperti hanno sottolineato i rischi legati all’uso del tapis roulant. Per prima cosa, impostando un programma d’allenamento è possibile mettere un livello non adatto alle proprie caratteristiche: in questo modo, aumenta il rischio di perdere il controllo e di cadere. Correndo, inoltre, bisogna fare sempre molta attenzione: guai a perdere la concentrazione dal momento che lo spazio di manovra è minimo e che un piccolo errore può essere estremamente dannoso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–>  Ivana Knoll infiamma gli spalti, via la maglietta: il reggiseno è minuscolo – FOTO

I nastri ammortizzati, inoltre, sono uno svantaggio per ginocchio, caviglie e anca. Prima di iniziare gli allenamenti, è bene quindi rivolgersi agli specialisti di settore per avere un quadro più delineato della propria situazione.

Impostazioni privacy