Formula 1, addio Mattia Binotto: la Ferrari ha scelto il sostituto

Conferme arrivate dalla Germania, in scuderia sono pronti a salutare il prossimo manager della Ferrari, questa volta è tutto fatto

Ferrari sostituto Binotto
Binotto (Foto da Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

In Ferrari vige il silenzio, e cosi sarà almeno fino alla fine dell’anno visto che il dimissionario Mattia Binotto resterà ufficialmente con la scuderia fino alla fine del 2022, per sapere quindi qualcosa in più si è dovuto guardare all’altra sponda, quella Alfa Romeo dove l’attuale Team Principal Frederic Vasseur è inevitabilmente arrivato ai saluti finali, sarà proprio lui il prossimo leader in Ferrari.

Alfa Romeo saluta Vasseur, comunicato già stilato a Hinwil

Ferrari sostituto binotto
Friedric Vasseur (Foto Instagram)

È inevitabile che prima di un’ufficializzazione da parte di Ferrari ci sia bisogno che dall’altra sponda, quella dell’Alfa Romeo Racing, arrivino i saluti, ed è proprio per questo che le prime pedine sembra si stiano muovendo proprio ad Hinwil dove sembra essere già stato stilato il comunicato ufficiale di addio a Frederic Vasseur.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bufera Ferrari, rivelazione shock di Nico Rosberg: disastro totale

Il comunicato dovrebbe essere diramato già nella prossima settimana ed a quel punto sarà ancor più vicino l’arrivo dell’ingegnere aerospaziale francese in quel di Maranello. È solo questione di tempistiche quindi e l’ennesimo Team Principal sbarcherà in Ferrari, sperando che questa volta possa mantenere il posto più a lungo dei suoi predecessori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Formula 1, il calendario prende forma: ecco dove si terranno le 6 Sprint Race

Vasseur infatti, seppur da incaricato Part-time, è in Alfa Romeo dal 2017, ma con l’arrivo in Ferrari il francese dovra lasciare qualsiasi altro impegno e dedicarsi unicamente al Cavallino Rampante. Il lavoro non manca ma anche le potenzialità sia di scuderia sia del Team Principal di Alfa Romeo non sono in discussione, solo il tempo ci dirà se il connubio sarà vincente, anche se difficilmente potremo trarre qualche vantaggio significativo del lavoro di Vasseur già dalla prossima stagione.