Caos MotoGP, polemiche di Dall’Igna: “I rivali ci copiano tutto!”

Gigi Dall’Igna scatenatissimo dopo l’ultimo successo di Ducati, rivelazioni al vetriolo sugli altri team in gara, che bufera!

Gigi Dall'Igna rivali copiano Ducati
Gigi Dall’Igna (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il morale in casa Ducati è ancora alle stelle dopo l’ultimo mondiale vinto da Pecco Bagnaia, un appuntamento che mancava da ben 15 anni e che è tornato solo grazie a Gigi Dall’Igna ed il suo “metodo scientifico” apportato nel team. È sicuramente lui l’ingegnere più in vista del momento e non potevano quindi di certo passare inosservate le sue ultime parole rilasciate dopo la premiazione FIM di sabato scorso a Rimini.

Il metodo Dall’Igna funziona alla grande, è bagarre per scoprire i suoi segreti, lo conferma lui stesso

Gigi Dall'Igna rivali copiano Ducati
Pecco Bagnaia (Foto Instagram)

Cavallo che vince non si “copia“, o almeno questa sarebbe la speranza di Gigi Dall’Igna ma la verità a quanto pare e molto diversa da cosi. I successi di Ducati, dopo 15 anni di buio, non sono frutto del caso ma di un lavoro duro e schematizzato che potrebbe portare ad una striscia positiva lunghissima, forse lo hanno capito anche gli altri team che sarebbero quindi pronti ad emulare la casa di Borgo Panigale per non restare troppo indietro in futuro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ferrari, rivelazione shock di Mattia Binotto: “Il motore 2023 sarà…”

Lo ha rivelato con il petto gonfio d’orgoglio proprio Gigi Dall’Igna nella sua ultima intervista, ecco cosa ha detto: “E’ stata una stagione meravigliosa, non avevo mai vinto un titolo piloti in motoGP e adesso vedere i rivali che ci copiano ci rende quasi orgogliosi, confermano che abbiamo avuto idee brillanti. Le vittorie sono frutto di un metodo scientifico e rigoroso, non frutto del caso e adesso Ducati é di nuovo in lizza per le posizioni che contano!.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bomba in MotoGP: Marc Marquez in ducati, rivelazione dell’ex manager

Sulle ali dell’entusiasmo l’ingegnere fa sognare tutta l’Italia in vista della prossima stagione in cui la lotta sarà ancor più serrata, Quartararo, Marquez e Bagnaia sono gli osservati speciali, in tre su tre moto diverse che potrebbero stupire ancora. L’impressione e che nel 2023 sarà il caso di non perdersi nemmeno un appuntamento perché ogni gara potrebbe essere decisiva ai fini di stabilire il vincitore del prossimo titolo iridato.