Juventus nel caos. Vlahovic via da Torino per monetizzare: l’accordo

Tremano i tifosi bianconeri, la società è pronta a cedere alcuni dei pezzi più pregiati dello scacchiere, Vlahovic è già in ascolto dell’offerta migliore

Juventus addio Vlahovic
Massimiliano Allegri (Riccardo Antimiani – Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

È un momento di grossa incertezza per il futuro quello vissuto dalla Juventus, inevitabilmente gli esiti dell’inchiesta “prisma” sortiranno degli effetti ed in una situazione così complicata potrebbe essere difficile, ed anche controproducente per la società, “legare” i pezzi migliori, meglio monetizzare prima che ci sia il rischio di svendere, trovando il favore di alcuni giocatori che in una tale incertezza preferiscono cambiare aria, Vlahovic potrebbe essere il primo a partire, arrivano conferme dal suo procuratore.

Tutti su Vlahovic, lo conferma Darko Ristic, agente del giocatore

Dusan Vlahovic addio juventus
Dusan Vlahovic (Lapresse)

A riportare la notizia è stato il Corriere dello Sport e da quanto sta venendo fuori nelle ultime settimane il telefono di Darko Ristic sembra stia prendendo fuoco, all’agente di Dusan Vlahovic continuano ad arrivare richieste sulla possibile cessione del suo pupillo, richieste che però non vengono rispedite direttamente al mittente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, concorrenza di una big europea per un difensore

Per Massimiliano Allegri l’attaccante è un punto centrale del progetto, e adesso che l’allenatore ha preso ancor di più pieni poteri dovrebbe essere davvero difficile che possa arrivare il lasciapassare per la cessione, come sempre accade però è la volontà del giocatore a pesare molto in questi casi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, Abraham non più incedibile: si muove un club di Premier League

Ad ogni modo non sarebbe un’affare da concludere a gennaio e molto di quello che succederà anche a livello di mercato dipenderà dalle decisioni della giustizia sportiva. Certo è che in caso di retrocessione o anche di forte penalizzazione in classifica, i senatori dell’era di calciopoli, disposti a tutto pur di aiutare la squadra, in questo momento non sembrano esserci più, bisognerà quindi prestare molta attenzione perché il fuggi fuggi generale potrebbe essere davvero inevitabile.