Tragedia nel mondo del calcio, il giovane talento muore in allenamento, aveva solo 22 anni

Il mondo del calcio è colpito duramente dalla tragica notizia appena arrivata, un futuro assicurato per il difensore centrale spezzato a soli 22 anni

Morte Andres Balanta
Esultanza Atletico Tucuman dopo Goal (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

E’ una di quelle notizie che si fatica a commentare quella della morte di un ragazzo così giovane arrivata per cause naturali proprio mentre inseguiva il suo sogno più grande. Talento indiscusso in forza al Deportivo Cali, con il quale aveva vinto il campionato colombiano solo lo scorso anno facendosi notare per la sua classe indiscussa. La notizia è stata confermata dalla sua attuale squadra, l’Atletico Tucuman, purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Muore Andres Balanta, stroncato da un infarto sul campo di allenamento

Morte Andres Balanta
Andres Balanta (Foto Instagram)

Doveva essere un giorno di allenamenti come tanti altri invece nel campo dell’Atletico Tucuman si è consumata una tragedia che ha pochi precedenti. Aveva solo 22 anni il difensore centrale Andres Balanta, ottimo prospetto del campionato colombiano dove aveva trovato la ribalta in seguito alla vittoria dell’ultimo campionato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus, ultim’ora shock: rischio concreto di penalità in classifica

Dalle prime indiscrezioni è emerso che il ragazzo mentre si allenava è crollato a terra improvvisamente, probabilmente a causa di un attacco cardiaco, a nulla è servita la corsa in ospedale dove è arrivato ancora in vita per poi spirare poco dopo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Trattative bloccate: il terremoto Juventus fa saltare l’arrivo di 2 top player

La conferma è arrivata dalla sua squadra tramite un tweet che riportava le seguenti parole: “L’Atletico Tucuman si rammarica di confermare la morte di Andres Balanta, abbracciamo ed accompagniamo la sua famiglia con profondo rispetto”. Non possiamo che aggiungerci alle condoglianze fatte dal suo club, sono attimi che nel calcio nessuno vorrebbe mai vivere, la speranza che rimane è che dalle future analisi non emerga che questa tragedia potesse essere evitata.