Furia Enrico Varriale su ‘Twitter’, botta e risposta con gli utenti: il motivo è sorprendente – FOTO

Furia Enrico Varriale su ‘Twitter’, ecco che cosa è successo nelle ultime ore tra lui e gli utenti: botta e risposta con toni accesi, il motivo è sorprendente.

Enrico Varriale post twitter
Enrico Varriale (screen Twitter Enrico Varriale)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Enrico Varriale, ex vicedirettore di Rai Sport, si è reso protagonista di una diatriba sul web per delle valutazioni inerenti il calcio di rigore parato da Szczesny durante Polonia-Arabia Saudita. Il giornalista, noto per essere una persona particolarmente schietta, ha fatto valere le proprie ragioni per quanto riguarda la valutazione del penalty, a suo giudizio sbagliato dalla squadra araba e non riconoscendo i meriti al portiere della Juventus, giudizio degli utenti che hanno seguito la partita da casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Brasile-Serbia 2-0 le pagelle e il tabellino della partita

Furia Enrico Varriale su ‘Twitter’, il motivo è sorprendente – FOTO

Enrico Varriale polemica twitter
Enrico Varriale (screen Twitter)

Come si evince dalla foto, al termine della gara tra Polonia ed Arabia Saudita è proprio il ‘tweet del giornalista a scatenare le reazioni del popolo del web: “Fondamentale vittoria per la Polonia, brava e fortunata contro l’Arabia Saudita che sbaglia anche un rigore. Con questo successo si rilanciano grazie al gran gol di Zielinski e al raddoppio di Lewandowski”.

Le reazioni degli utenti non tarda ad arrivare e pungono proprio Varriale per i mancati meriti al numero uno della Juventus: “Naturalmente non dice rigore parato dal portiere della Juventus. Più bello dire rigore sbagliato. Mezzucci da tifoso, non da giornalista”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mondiali, l’arbitro Sikazwe sbaglia tutto: la reazione di Collina è sconcertante

Questa la risposta di Varriale: “Alla mandria dei beoti belanti sul ‘caso’ Szczesny ,rispondo che, chiunque conosce il calcio, sa che un rigore non segnato è un rigore sbagliato. A chi mi insulta risponderà il mio avvocato” ha concluso.

Sassarese classe ’85, nato il 5 febbraio come illustri calciatori, madre natura ha pensato bene di relegarmi a semplice commentatore del calcio giocato. Iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti ODG della Sardegna dal 2017, sono fiero ed orgoglioso di essere nato e cresciuto in questa terra meravigliosa. Interista dalla nascita, vivo nel ricordo del mito di Ronaldo il Fenomeno e delle imprese titaniche del ‘Triplete’ degli idoli Mourinho, Sneijder e Milito. Innamorato del fantacalcio, dei viaggi e del giornalismo calcistico, Sportnews mi ha dato modo di rivalutare il declino della Serie A con occhi diversi. Allenatore di calcio (UEFA C) e di calcio a 5, svolgo i due lavori che amo con assoluta passione e con tanta voglia di emergere.