Cessione inevitabile in Serie A: rottura totale dopo mancata convocazione

Cessione inevitabile in Serie A: ecco che cosa sta succedendo. Rottura totale con il tecnico, l’addio sta per concretizzarsi. 

José Mourinho addio Karsdorp
José Mourinho (screen Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Si potrebbe già parlare di prima cessione in Serie A per la riapertura delle liste di gennaio. Ovviamente non c’è niente di ufficiale, ma la dura presa di posizione dei giorni scorsi propende per un arrivederci nemmeno tanto sorprendente: si tratta di Karsdorp, particolarmente chiacchierato in quest’ultimo periodo dopo lo sfogo di Mourinho in conferenza.

Il laterale olandese non è stato convocato contro il Torino ed è partito per l’Olanda con due giorni di anticipo: insieme alla famiglia ha preso il volo per ritornare a casa, anticipando le vacanze e salutando definitivamente Roma, visto che Mou ha espressamente dichiarato che dovrà trovare una nuova sistemazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli-Udinese 3-2 le pagelle e il tabellino della partita: finale thriller al ”Maradona”

Cessione inevitabile in Serie A: addio a gennaio

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jose Mourinho (@josemourinho)

Per la sfida contro il Torino, il tecnico ha ritrovato Dybala e Pellegrini che sono partiti dalla panchina, una scelta logica e preventiva nei confronti dei due, reduci da infortuni muscolari importanti. Fari puntati soprattutto sull’argentino, che ambisce ad una maglia da protagonista ai prossimi mondiali con l’Argentina.

Ritornando a Karsdorp, la situazione è esplosa dopo alcuni atteggiamenti del giocatore che non sono per niente piaciuti a Mou: a lui sono stati imputati scarsa professionalità e scarso impegno durante la partita, dettagli che l’hanno fatto infuriare soprattutto in occasione del gol di Pinamonti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lazio-Monza 1-0 le pagelle e il tabellino: la decide Romero

Da li in poi è storia, con l’invito nemmeno tanto velato di cercarsi un’altra squadra altrove. La soluzione estero sembra la più probabile, magari proprio in Olanda per restare il più vicino possibile alla propria città natale.