Lewis Hamilton, è arrivata l’ufficialità: sorpresa generale

Lewis Hamilton sconvolto dalla notizia appena arrivata, nel prossimo Gran Premio del Brasile correrà con tutt’altro spirito nel cuore

Lewis Hamilton Brasile
Lewis Hamilton e Toto Wolff (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Si corre veloci verso la fine del Mondiale di Formula1 e la prossima tappa si terrà in Brasile, appuntamento diverso dal solito sia per il format da Sprint Race e sia per la natura della gara che vedrà le diverse scuderie, ormai senza nulla a pretendere, apprestarsi per testare quanto più possibile le nuove risorse in vista del 2023. anche per Hamilton sarà un gran premio molto diverso dal solito, quest’anno la città ha deciso di regalargli la maggior onorificenza possibile, il pilota britannico è rimasto senza parole.

Hamilton ufficialmente cittadino onorario del Brasile, emozione incontenibile

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lewis Hamilton (@lewishamilton)

Questa volta il Brasile gli ha regalato sicuramente una gioia inaspettata ed anche il prossimo weekend di gara sarà inevitabilmente un giorno speciale per Lewis Hamilton che in questa occasione potrà sentirsi come a casa.

Potrebbe interessarti anche >>> Formula 1, allarme Ferrari: nuovo problema sulle due monoposto

Il titolo di cittadino onorario del Brasile è infatti ufficialmente stato conferito al pilota lo scorso 7 Novembre a Brasilia presso la Camera dei Deputati del paese. Un momento molto emozionante che Hamilton ha voluto dedicare al suo idolo Ayrton Senna, grande ispiratore nella carriera del britannico.

Potrebbe interessarti anche >>> Formula 1, ultima sprint race dell’anno, ecco tutti gli orari ed il programma del prossimo GP di Brasile

Queste le parole di Lewis Hamilton subito dopo il conferimento: “Per me è un grande onore essere qui, mi sento davvero uno di voi, finalmente. Dedico questa onorificenza ad Ayrton Senna e alla sua famiglia, è grazie a lui e dopo averlo visto correre che ho deciso di diventare un pilota, anche se avevo solo 5 anni”.

Evidentemente emozionato il pilota non avrebbe potuto esordire meglio e speriamo che da cittadino di casa possa trovare anche maggior fortuna in pista, magari conquistando il primo successo stagionale.

 

 

 

Impostazioni privacy