C’è il si dell’attaccante: Inter, firma a sorpresa per Inzaghi

C’è il si dell’attaccante: Inter, firma a sorpresa per Inzaghi. La società sta per mettere nero su bianco: accordo vicinissimo. 

Beppe Marotta colpo attacco
Beppe Marotta (Ansa)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

In casa Inter la situazione in attacco è sempre stata particolarmente discussa fin dalla scorsa estate. I sogni nerazzurri sembravano propendere per un trio da sogno con Lautaro, Lukaku e Dybala, quest’ultimo praticamente preso ma sfumato a causa dell’impossibilità di cedere in tempi utili Sanchez e Correa, quest’ultimo trattenuto con forza da Inzaghi che non ha saputo sbarazzarsi del suo pupillo per far spazio al nuovo idolo della Roma.

Le vicende di mercato sono andate diversamente e i tifosi nerazzurri hanno il rammarico per quello che poteva essere e che, purtroppo, non è stato. Inoltre, il ritorno di Lukaku non è stato dei migliori a causa dei problemi muscolari che ne hanno limitato l’ascesa nell’ultimo periodo: il belga sembrava aver ripreso il proprio percorso in nerazzurro nella maniera migliore, poi alcuni intoppi lo hanno costretto a fermarsi ripetutamente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Pausa invernale fatale: nuovo esonero in Serie A, scelta sorprendente

C’è il si dell’attaccante: accordo ad un passo

Edin Dzeko firma Inter
Edin Dzeko (Ansa)

Anche per questo motivo l’Inter sembra sempre più intenzionata a rinnovare il contratto di Edin Dzeko. Secondo ‘Il Corriere dello Sport’, il bosniaco è ormai una certezza dell’attacco nerazzurro e il suo apporto è fondamentale per il tecnico. Anche se il suo score non è più lo stesso come alcuni anni fa, la sua fisicità e la sua affidabilità non si discutono e per questo potrebbe prolungare sino al 2024 ma con ingaggio dimezzato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Mourinho pizzica Maurizio Sarri, sferzata in diretta dopo la partita, che botta! VIDEO

La proposta della società sarà formalizzata in tempi brevi e ad oggi sembrano esserci margini importanti affinché l’operazione vada in porto. Considerata anche la scarsa vena di Correa, piuttosto altalenante, l’Inter non può prescindere dal bomber ex Roma e City.

Impostazioni privacy