Intestino infiammato, come intervenire con l’alimentazione: i cibi da evitare

L’intestino infiammato è una problematica molto fastidiosa che accomuna un gruppo numerosi di italiani. Oltre ad uno stile di vita equilibrato, si può intervenire con l’alimentazione: ecco i cibi da evitare assolutamente.

intestino infiammato cibi evitare
Intestino infiammato (Canva)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Avere l’intestino infiammato provoca sensazioni tutt’altro che piacevoli: dolori addominali, gonfiore di pancia, meteorismo, diarrea o stitichezza a fasi alternate, reflusso gastro esofageo. Ad ogni cosa però c’è rimedio: infatti oltre ad uno stile di vita sano, con regolare attività fisica ordunque, ci vuole un’alimentazione corretta e bilanciata. Le cause dell’intestino infiammato derivano proprio da questi due fattori: alti livelli di stress ed alimenti poco sani possono portare il ventre ad accusare questo fastidio. Andiamo dunque a vedere quali sono i cibi da evitare il più possibile al fine di migliorare la propria condizione di salute.

Intestino infiammato, come intervenire con l’alimentazione: i cibi da evitare

Il primo alimento da limitare il più possibile è il caffè. Lo sappiamo che si tratta di una bevanda vitale per molti in quanto nel mattino dona carica ed energia ma per la propria salute vanno fatti sforzi e sacrifici. La caffeina contenuta in questa bevanda infatti svolge delle attività stimolanti nel tratto gastro-esofageo accumulando succhi gastrici nella zona dello stomaco.

caffè quando berlo
Una tazzina di caffè (cocoparisienne da Pixabay)

Passiamo dunque ad una vera e propria categoria alimentare che andrebbe limitata il più possibile, ovvero i legumi. Essi fermentano all’interno dello stomaco rallentando in maniera ingente la fase digestiva. Evitate soprattutto i fagioli che moltiplicano esponenzialmente il fattore appena citato. Rimanendo sempre nell’ambito delle categorie alimentari, andrebbero evitati anche i latticini poiché le infiammazioni intestinali spesso sorgono in concomitanza di allergie o intolleranze a tali sostanze.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Melograno, benefici e proprietà: mangiarlo ogni giorno è un obbligo

Limitare il consumo di alcolici poi risulta una mossa saggia non solo per quanto riguarda la problematica che stiamo trattando ma in generale per la salute della totalità del corpo. Lo stesso discorso vale anche per le bevande gasate, le quali fanno accumulare gas all’interno dell’intestino infiammandolo ancor di più. Infine cercate di circoscrivere il più possibile anche l’assunzione di carne rossa: oltre al fatto che sia considerata cancerogena, essendo colma di proteine ha bisogno di una tempistica molto ampia per essere digerita.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Carenza di ferro, tutto ciò che devi sapere: cos’è, sintomi e rimedi

Evitando di mangiare assiduamente tutti i cibi che abbiamo appena elencato, il disturbo dovrebbe per lo meno andar scomparendo leggermente. Per qualsiasi informazione su tale tema consultate il vostro medico di base per avere un quadro calzante con il vostro stato di salute.

Impostazioni privacy