Ora solare, la dieta migliore per contrastare i disturbi del sonno

Cambia l’orario e come sempre saranno in molti a soffrire di disturbi del sonno, ecco come prepararsi al meglio per aiutare l’orologio biologico

Dieta Ora Solare
Dieta ora Solare (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

La ben poco amata ora solare è pronta a tornare, nonostante negli ultimi anni si sia parlato spesso della sua abolizione, con ampi consensi riscontrati da parte della maggior parte degli italiani, anche quest’anno non potremo fare a meno di rimandare indietro le lancette dell’orologio e come spesso accade in molti ne risentiranno anche per quel che riguarda il riposo notturno. Per evitare di restare ancora una volta folgorati dall’avvenimento sarà il caso di prepararsi al meglio e come spesso accade l’attenzione dovrà partire proprio dalla tavola.

Torna l’ora solare, ecco i cibi utili a regolare il proprio orologio biologico

Dieta Ora Solare
Dieta ora Solare (Foto Instagram)

Alla base dei disturbi post cambiamento come al solito ci sarà la mancata sincronia che si creerà tra il nostro orologio biologico ed il ciclo sonno-veglia, per alcuni individui il problema sarà più marcato e per altri meno ma come si dice “Prevenire è meglio che curare”, ecco quindi alcuni consigli per affrontare al meglio il cambiamento.

Potrebbe interessarti anche >>> La dieta blue zone: le sue principali caratteristiche e i suoi benefici

Come spiegano i dietologi in questo periodo autunnale è fondamentale aumentare il proprio apporto di vitamine e sali minerali, soprattutto quelle del gruppo B non dovrebbero mancare, queste unite ad altri microelementi contribuiscono a regolare le reazioni chimiche nel nostro organismo garantendo un sempre corretto funzionamento.

Potrebbe interessarti anche >>> Dieta, i cinque esercizi per bruciare 200 kilocalorie in soli 3 minuti

Via libera ad alimenti facili da digerire e ricchi di nutrienti, Pollo, Uova, Merluzzo e formaggi freschi, preferibilmente non troppo lavorati in cottura in modo da mantenere la loro innata digeribilità e favorire anche il sonno durante la notte. Sarà bene cominciare subito, mancano solo 5 giorni alla data del traumatico cambio e per l’occasione è il caso di preparare bene anche il proprio frigorifero!