F1, duro colpo per Charles Leclerc: che scintille

Polemiche su tutti i fronti nel GP di Suzuka, affonda anche Charles Leclerc tra le stoccate del rivale arrivate a fine gara

Perez attacca leclerc Suzuka
GP Suzuka 2022 (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il Gran Premio di Suzuka come ci si aspettava ha regalato grosse emozioni nonché il titolo di campione 2022 per Max Verstappen e la sua scuderia, ancora una volta però fanno riflettere le decisioni prese durante la gara dalla commissione, l’impressione è che siano stati corsi troppi rischi a causa delle decisioni sbagliate, le condizioni atmosferiche proibitive avrebbero dovuto far scaturire l’ordine per tutti i team di montare gomme Full Wet, inoltre ha fatto ancora discutere l’ingresso dei trattori con la scarsissima visibilità che hanno riacceso i fari sull’incidente di Bianchi dal quale in molti si chiedono se si sia imparato qualcosa. Per la Red Bull che vince invece non solo festeggiamenti, Perez affonda il colpo anche verso il compagno di duelli di tutta la gara, “Gli sta bene!”.

Sergio Perez “Penalità giusta a Charles, mi ha chiuso la strada!”

Perez attacca leclerc Suzuka
Max Verstappen Word Champions (Foto Instagram)

In un Gran Premio corso a metà tra stop e Safety Car la lotta più avvincente è stata proprio quella per il secondo posto avvenuta tra Charles Leclerc e Sergio Perez, alla fine l’ha spuntata il messicano, podio tutto Red Bull per festeggiare il mondiale arrivato anche grazie all’aiuto della commissione di gara che ha sanzionato il monegasco.

Potrebbe interessarti anche >>> Mattia Binotto, attacco senza precedenti: shock in Formula 1

Una decisione che ha fatto molto discutere ma che per Sergio Perez è più giusta che mai, queste le sue parole nel post gara: “Con Charles è stata una lotta dura, alla fine ho provato a passare ma lui ha avuto un bloccaggio e mi ha chiuso troppo duramente, ho provato ad andare all’esterno ma lui è rientrato, la penalità arrivata è giusta.

Potrebbe interessarti anche >>> F1, tragedia sfiorata a Suzuka: team radio shock tra Leclerc e il muretto

Non ha quindi dubbi il messicano, Leclerc meritava la penalità, la pensano molto diversamente in Ferrari ma ad ogni modo ormai è tutta acqua passata, la stagione è finita e da qui in poi le gare rimaste saranno solo test utili al futuro, nell’attesa che sia la FIA a decidere il destino di Red Bull spianando magari proprio la strada alla Ferrari per il prossimo anno.