F1, caos Budget Cap: spunta un retroscena scioccante

Continuano gli attacchi congiunti alla Red Bull in vista del verdetto della FIA, situazione imbarazzante in Formula 1

Hemilton attacca red Bull
Max Verstappen e Lewis Hamilton (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

In Formula 1 non si fermano le pressioni sulla FIA operate in particolare da Ferrari e Mercedes, non sono bastate le parole di Verstappen a fermare gli sproloqui, l’olandese infatti si è mostrato indispettito difronte la pressione fatta dai due team rivali, soprattutto perché al momento i dati ufficiali sullo sforamento del Budget Cap non sono ancora stati diramati. A quanto pare però per Lewis Hamilton le parole del collega hanno risuonato nel vuoto, è infatti arrivato un ulteriore attacco che sicuramente susciterà delle conseguenze inaspettate.

Hamilton: “Lo scorso anno ci siamo fermati a Silverstone, la FIA deve prendere provvedimenti!”

Hamilton attacca red Bull
Ben Sulayem e Lewis Hamilton (Foto Instagram)

Il 7 volte campione del mondo in una recente intervista per “La Gazzetta dello Sport”, non ha tenuto a freno la lingua facendo capire ancora una volta come il mancato Mondiale della passata stagione non gli sia sceso proprio giù, la conquista dell’8° Mondiale infatti metterebbe l’inglese al primo posto tra i campioni assoluti di sempre e l’obiettivo non può non essere nei suoi pensieri.

Potrebbe interessarti anche >>> Formula 1, terremoto Red Bull: la rivelazione di Max Verstappen è da brividi

Se per quest’anno non vi è stata storia, secondo il pilota di Mercedes nella passata stagione si poteva competere se solo non si fosse già raggiunto il limite di spesa imposto dalla FIA, proprio quello che non avrebbe fatto la Red Bull e che secondo Hamilton è pesato tanto per arrivare alla vittoria.

Potrebbe interessarti anche >>> Formula 1, colpo di scena Red Bull: cambia tutto

Queste le parole dell’inglese: “Lo scorso anno la vettura si è fermata a Silverstone, da lì in poi non abbiamo potuto più investire soldi per migliorarla, la FIA deve agire! Ognuno deve essere responsabile delle proprie azioni. Parole che infuocano la pista e ancor di più gli animi della Red Bull che in questo momento vive già sul filo del rasoio nell’attesa che venga emesso, probabilmente nell’inizio della prossima settimana, il verdetto finale della FIA che potrebbe compromettere seriamente il futuro prossimo della scuderia.