Paura in casa Juventus, rapina a mano armata: la polizia sventa il colpo

Tentativo di sequestro e rapina sventato per un pelo, ecco come la polizia è riuscita ad intervenire prima del colpo

Rapina Di Maria
Rapina Di Maria (Foto Instagram)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Sembra la scena di un film invece è l’ennesimo tentativo di sequestro e furto messo in piedi da quella che sembra essere una banda specializzata, il tentativo ha coinvolto due calciatori della Juventus, Di Maria e Vlahovic, amici in campo e vicini di casa che avevano deciso di passare insieme la serata, prima di cena però i 3 criminali hanno deciso di irrompere nell’abitazione nonostante all’interno vi fossero diverse persone, inevitabile immaginare che quello messo in atto sarebbe stato un vero e proprio sequestro di persona.

Vigilanza scorge il tentativo di rapina, inseguito ed arrestato uno dei tre malviventi

Rapina Di Maria
Angel Di Maria (Foto Instagram)

Il tentativo di rapina è avvenuto intorno alle ore 19.30 nella zona in pre-collina di Torino, un posto apparentemente tranquillo nella casa di Di Maria che precedentemente era stata abitata anche da Bentancur e Ramsey. Gli ignari ospiti hanno rischiato di trovarsi faccia a faccia con i ladri, solo l’intervento immediato della vigilanza e le forze dell’ordine ha permesso di evitare il peggio.

Potrebbe interessarti anche >>> Quanto guadagna Donnarumma: cifre irreali per il portiere del PSG

I 3 sospetti sono stati infatti prima individuati dalle telecamere e poi accerchiati dalle forze dell’ordine che però sono riusciti a mettere in stato di arresto solo uno dei 3 componenti della banda, fermo avvenuto dopo un inseguimento in auto sotto gli occhi di tutti.

Potrebbe interessarti anche >>> Mauro Icardi, nuovo scandalo: tutto sull’incontro segreto in Argentina

Non è il primo tentativo della banda da quello che è emerso dalle prime indagini, i 3 malviventi sono specializzati in rapine in villa e a quanto pare si erano recati armati a casa del fuoriclasse della Juventus. Questa volta è andata bene, non come andò a Marchisio o Dybala per citarne solo due. Il fenomeno risulta in aumento in ogni parte del mondo, un prezzo altissimo da pagare per i calciatori e soprattutto le loro famiglie che ultimamente faticano a dormire sonni tranquilli.