Formula 1, caso Red Bull: decisione scioccante della FIA

Formula 1, oggi era la grande giornata per conoscere il tutto sul caso Red Bull: è arrivata nel pomeriggio l’incredibile decisione della FIA.

Formula 1 caso Red Bull decisione FIA
La Red Bull (Foto da Instagram)

Il Mondiale di Formula 1, a sei gare dal termine (è accaduto tutto prima del Gran Premio di Singapore), è stato incredibilmente acceso dalla fuoriuscita delle notizie sulle violazioni della Red Bull. Secondo alcune fonti, il team di Milton Keynes avrebbe superato il budget cap, investendo più della concorrenza. Insieme agli austriaci, è stato citata anche l’Aston Martin.

Durante l’appuntamento a Singapore, tutti avevano svelato che la FIA avrebbe comunicato qualcosa in occasione del 5 ottobre. Il 5 ottobre è giunto, e dopo una giornata di passione e di lunga attesa, è arrivata la decisione scioccante della FIA.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Formula 1, arriva la decisione scioccante della FIA sulla Red Bull

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Formula 1, terremoto Red Bull: la rivelazione di Max Verstappen è da brividi

C’era grandissima attesa da parte degli appassionati per la giornata di oggi: la FIA, infatti, avrebbe dovuto prendere una decisione in merito alle violazioni della Red Bull. A causa del superamento del tetto imposto a tutti i team, la Scuderia di Milton Keyner rischia sanzioni, ammonizioni, squalifiche e pesanti limiti (come quelli sullo sviluppo del 2023).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Formula 1, arriva l’annuncio tanto atteso: spettatori entusiasti

Dopo tante speculazioni e tante indiscrezioni, la comunicazione della FIA è stata in un certo senso scioccante. “L’analisi dei documenti finanziari è un processo lungo e complesso che è ancora in corso e si concluderà con il rilascio dei certificati lunedì 10 ottobre. Non verranno rilasciate ulteriori comunicazioni sino a quella data”, si legge nel comunicato ufficiale. A questo punto, non resta che attendere ancora: i tifosi della Red Bull dovranno soffrire ancora mentre gli appassionati e i supporters degli altri Team dovranno attendere ancora con trepidazione.

Impostazioni privacy