Nuoto al mare, tutto ciò che c’è da sapere per allenarsi al meglio

Praticare nuoto al mare è un ottimo sport per tenere in attività il fisico e perdere qualche kilo di troppo. Andiamo a scoprire tutto ciò che c’è da sapere per allenarsi al meglio.

nuoto mare allenamento
Nuoto al mare (Canva)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SU INSTAGRAM 

Il nuoto è uno degli sport con maggiori benefici per il corpo umano: innanzitutto aiuta a rafforzare le ossa e l’apparato scheletrico ma comporta anche un miglioramento del benessere dei muscoli e un decremento dello stress. Poi bisogna precisare che il nuoto in mare ed il nuoto in piscina sono due pratiche molto differenti in quanto cambia la composizione dell’acqua, la sua temperatura e la pesantezza della stessa. Per tali motivi bisognerà affrontare le due attività in maniera completamente diversa. Andiamo quindi a scoprire tutto ciò che c’è da sapere sul nuoto al mare per allenarsi al meglio.

Nuoto al mare, come allenarsi al meglio: tutto ciò che bisogna sapere

Innanzitutto bisognerà adattarsi alla temperatura: dunque se l’acqua è molto fredda si consiglia di indossare una maglietta termica per evitare di ammalarsi. Inoltre si dovrà considerare il fatto che l’acqua del mare è molto più calda a riva rispetto che a largo: si tratta di un aspetto da non sottovalutare in quanto si rischiano malanni influenzali dopo l’attività.

nuoto mare come allenarsi consigli
L’attività in questione (Canva)

Nuotare in mare non significa per forza percorrere distanze siderali: vuole dire essere liberi da ostacoli e barriere che si ritrovano in piscina. Allenatevi non tanto sulla distanza quanto sui tempi e non andate troppo a largo. Piuttosto nuotate parallelamente alla riva. Un altro consiglio che vi forniamo è quello di essere realistici: sapete come è strutturato il vostro corpo e la resistenza che possiede. Non allungate troppo i tempi e non esagerate mai!

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Correre con il grande caldo: ecco come allenarsi al meglio

Ancora, impostate un ritmo sostenibile: è inutile nuotare a velocità spaziale se poi si dura 10 minuti. D’altro canto tenete un ritmo stabile dato che una lunga nuotata fa bene al fisico ma anche allo spirito. Infine fate attenzione alle temperature: allenandosi a largo, il rischio di ipotermia esiste. Dunque appena sentite eccessivo freddo, uscite dall’acqua per evitare fatali complicazioni. Usate poi una crema solare per proteggere gli arti superiori, il viso e le spalle dato che potreste incappare in insolazioni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Correre in spiaggia: consigli, pro e contro di questa attività

Ora avete a disposizione tutti gli strumenti e le conoscenze necessarie per allenarvi al meglio e farvi una nuotata degna di questo appellativo. Ultima raccomandazione: mai sfidare il mare!