Stitichezza, come combatterla con l’alimentazione: i cibi alleati

La stitichezza, o stipsi, è un disturbo molto frequente tra gli italiani che implica l’impedimento e la difficoltà nell’evacuare feci. Scopriamo insieme come combatterla con l’alimentazione attraverso alcuni cibi alleati dell’intestino.

stitichezza alimentazione cibi alleati
Stitichezza, pancia in subbuglio (Kat Smith da Pexels)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Per stitichezza, o stipsi, si intende un disturbo del tratto intestinale per il quale l’evacuazione delle feci risulta assai complicata. Tutto ciò può comportare gonfiore e dolore addominale senza contare il sentore di pienezza che assale per tutto il tempo. Secondo le ultime stime sono moltissimi gli italiani a soffrire di tale patologia: circa 13 milioni di persone con una grossa maggioranza composta dalle donne (9 milioni). La problematica in questione può avere numerose cause quali la genetica, uno stile di vita frenetico, assenza di attività fisica nell’arco della settimana o magari anche un’alimentazione sbagliata. Molti cibi infatti tendono ad otturare ancor di più l’intestino mentre altri possiedono un vero e proprio effetto lassativo. Andiamo dunque a vedere cosa mangiare per migliorare tale situazione attraverso alcuni cibi cosiddetti alleati.

Stitichezza, come migliorare la situazione con l’alimentazione: i cibi alleati dell’intestino

alimenti combattere stitichezza
Le prugne (pixel2013 da Pixabay)

Eccole qui le regine indiscusse di questa lista: le prugne sono dei frutti che contengono delle quantità immani di fibre, le migliori sostanze per permettere l’evacuazione del corpo. Basterà mangiarne con frequenza (anche solamente una al giorno) per vedere risultati dopo pochissimo tempo. Lo stesso discorso vale anche per i cereali integrali, per i carciofi, i kiwi e le carote.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Dolore al fianco: le possibili cause e i principali rimedi

Ottimo per questo scopo risulta poi anche il brodo di carne così come tamarindo, la cassia, i fichi, la liquirizia, le patate, l’avena e il farro. Da evidenziare assolutamente poi che bere un bicchiere pieno di acqua tiepida al mattino stimola in modo considerevole l’intestino. Ancora, fare attività fisica permetterà di mettere in movimento anche il vostro stomaco: non serve per forza eseguire scatti alla Bolt ma anche una singola passeggiata di venti minuti al giorno può aiutare in maniera ingente.

 TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Mandorle, proprietà nutrizionali e benefici: tutto su questo super food

Al contrario poi ci sono alcuni alimenti del tutto da evitare poiché più che aiutare l’intestino ad espellere le feci, lo contraggono profondamente. Questi cibi rispondo ai nomi di limone, riso e frutti come banane e mele.

 

Impostazioni privacy